ANNO 9 n° 293
Il Montefiascone avvisa la Viterbese: ''Giocheremo senza troppi tatticismi''
Il tecnico Del Canuto non si nasconde, ma dovrà fare a meno di tre titolari
08/03/2014 - 02:01

di Domenico Savino

VITERBO – Con qualche defezione, ma la stessa voglia di stupire. Il Montefiascone si avvicina al derby contro la Viterbese di domenica 9 marzo al Rocchi allo stesso modo dell’andata: squadra aggressiva che non mollerà un centimetro, organizzazione di gioco e distanze giuste tra i reparti. Le medesime caratteristiche che all’andata furono decisive per imporre il primo stop stagionale. Il Montefiascone incontrerà per la quarta volta i gialloblu affrontando tre allenatori differenti (Solimina, Pirozzi e Gregori). Un piccolo record della formazione falisca che viene da una striscia positiva di quattro turni con due vittorie e altrettanti pareggi per staccarsi dalla zona play out e avvicinarsi sensibilmente all’obiettivo della salvezza.

Il vantaggio sul Cerveteri è di quattro punti, ma ciò che conforta è la rinnovata tenuta di squadra dopo due mesi terribili in cui la banda di Stefano Del Canuto ha racimolato solo tre punti in dieci gare che hanno fatto sprofondare i gialloverdi nella zona calda. Fa ancora rabbia il pareggio a Canino subito su rigore negli ultimi minuti e se non ci fossero state le mani di Nencione a salvare sul contropiede di Parri, la situazione sarebbe stata più complicata: ''Infatti a Canino siamo stati ingenui nell’occasione del rigore – ammette Del Canuto – se avessimo vinto ci saremmo trovati a 30 punti, due in meno del Futbolclub con un vantaggio ancora più sostanzioso sulla zona play out e avremmo vissuto in maniera più serena sia il derby che le prossime sfide difficili contro Ladispoli, Grifone e Fregene''.

L’attualità impone di pensare alla Viterbese, la vice capolista reduce dalla pesante batosta di Fregene che è costata il primo posto. Ma il Montefiascone arriva incerottato, senza tre pedine fondamentali in difesa. Del Canuto non potrà contare su Cesarini, Burla e Balletti, difesa decapitata: ''Incontreremo una squadra Viterbese arrabbiata - sottolienea - anche se ci arriviamo con qualche defezione di troppo e mi sarebbe piaciuto giocare questa partita con tutti gli effettivi a disposizione. Resta il fatto che è un derby e le motivazioni vengono da sole. Di certo non partiamo battuti, verremo a Viterbo per fare la nostra partita, a viso aperto e senza troppi tatticismi. Sappiamo che loro hanno qualche problema, ma è anche vero che hanno tante armi in più''.

Il Montefiascone ha ritrovato smalto e compattezza. Merito anche del lavoro di Del Canuto: ''E’ vero è stato un brutto periodo, dieci partite senza vincere erano troppe. Ma la squadra ci ha sempre creduto e, a parte tre casi, le gare perse o pareggiate spesso erano frutto di episodi. Questo campionato ci insegna che si può fare brutta figura con chiunque. Ripeto, il rammarico maggiore sta nel pareggi di mercoledì a canino che ci avrebbe proiettato diversamente alle prossime partite. Tabelle salvezza? Assolutamente, noi viviamo alla giornata''.





Facebook Twitter Rss