ANNO 6 n° 184
Il Comune fa quadrato
con la Regione
Barelli: ''Nominato un legale, anche per difendere il valore rurale dell'area''
13/03/2016 - 02:01

di Roberto Pomi

VITERBO – Il Comune di Viterbo sarà al fianco della Regione Lazio per impedire che nella zona di Norchia venga realizzata una discarica. Questa la decisione maturata la scorsa settimana all’interno di una riunione di giunta a Palazzo dei Priori. L’esecutivo viterbese ha infatti deliberato di incaricare il legale Cesare Gasbarri per la difesa degli interessi della città nella specifica vicenda. L’incarico ricevuto dall’avvocato è di affiancare la Regione e sostenere le ragioni del diniego verso la realizzazione della discarica.

La società che ha intenzione di realizzare un punto di interramento dei rifiuti in questa zona a cavallo tra il capoluogo e il territorio di Vetralla ha infatti presentato ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale contro il blocco deciso dalla Pisana. La posizione del Comune di Viterbo è maturata dopo un’attenta analisi della situazione. ''Al di là del valore archeologico della zona di Norchia abbiamo ritenuto opportuno andare in direzione contraria alla realizzazione della discarica – spiega l’assessore all’Agricoltura Giacomo Barelli – anche per tutelare le aziende agricole presenti''.

Sulla questione è intervenuto in queste ore anche il Movimento Cinque Stelle di Vetralla a favore di una tutela di un luogo importante come Norchia, dove è presente una preziosa necropoli etrusca. Al tempo stesso i pentastellati hanno posto l’attenzione sulla necessità di scongiurare l’apertura di nuove discariche, che rappresentano un sistema superato di gestione dei rifiuti. Sulla vicenda c’è la massima attenzione anche da parte dei residenti della zona, che si sono costituiti in un apposito comitato. Anche questi ultimi sono pronti a far valere le proprie ragioni al fianco di Regione Lazio e Comune di Viterbo.







Facebook Twitter Rss