ANNO 9 n° 80
Il Centro Studi Criminologici ricorda Sebastiano Tusa
L'archeologo, nella lista dei 157 passeggeri del volo dell’Ethiopian Airlines precipitato ieri, era tra i docenti del Master di Archeologia Giudiziaria
11/03/2019 - 16:26

VITERBO - L'archeologo Sebastiano Tusa, uno degli otto passeggeri italiani a bordo del Boeing 737 della Ethiopian Airlines precipitato il 10 marzo dopo essere decollato da Addis Abeba per Nairobi, era tra i docenti del Master di Archeologia Giudiziaria promosso dal Centro Studi Criminologici di Viterbo.

Lo ricorda il direttore del Csc di Viterbo, Rita Giorgi: ''Esprimo il personale sconcerto e profondo dolore per la tragica notizia che l'archeologo e Assessore ai Beni Culturali, Sebastiano Tusa, in missione a Nairobi, risulta nella lista dei 157 passeggeri del volo dell’Ethiopian Airlines precipitato oggi. Archeologo di fama internazionale, Sebastiano Tusa è stato anche tra i docenti del Master di Archeologia Giudiziaria promosso dal Centro Studi Criminologici e dall'Osservatorio Internazionale Archeomafie''.

Anche Vittorio Sgarbi, sindaco di Sutri, ha voluto ricordare Sebastiano Tusa: l'archeologo venne nominato assessore regionale siciliano ai Beni culturali nell'aprile 2018 a seguito delle dimissioni del critico d'arte, eletto in Parlamento.

''Resta il suo pensiero, l’intelligenza, la disponibilità ad ascoltare, la gentilezza, e tanti studi, tante ricerche sospese, tanti sospiri di conoscenza. In pochi casi l’archeologo, lo scienziato si era fatto politico con tanta naturalezza, continuando a vedere le cose, la storia e il mondo senza calcoli e strategia, per amore della bellezza, per la certezza che il mondo antico in Sicilia era ancora vivo'', ha dichiarato Vittorio Sgarbi ad Askanews.







Facebook Twitter Rss