ANNO 7 n° 265
Il biliardo come
disciplina sportiva
Prossimi ai campionati italiani gli studenti dell'istituto Da Vinci
12/03/2017 - 18:35

VITERBO - Il progetto ''A Scuola di Biliardo ... a Scuola'' che ha avuto inizio ad ottobre 2016 ed ha interessato circa 30 allievi delle varie classi del biennio e triennio dell'Istituto, si sta avviando alle sue fasi conclusive con la preparazione tecnica e tattica dei 6 allievi prescelti, in vista della partecipazione dell'istituto ai prossimi Campionati Italiani Studenteschi a fine aprile.

E' stato nuovamente l'istruttore federale Massimiliano Patrizi di Bracciano, insieme agli insegnanti dell'istituto Giuseppe Misuraca ed Anna Cruciani, a portare avanti con cadenza settimanale una serie di lezioni di approccio e perfezionamento tecnico al gioco del Biliardo, che hanno riscosso grande successo ed interesse da parte dei partecipanti e che hanno portato risultati che vanno al di la delle più rosee aspettative.

E' il secondo anno consecutivo che viene programmato il progetto e l'Itt L. Da Vinci è la scuola pilota nel Lazio alla disciplina sportiva, potendo contare su di una sala attrezzata grazie all'interessamento dalla federazione biliardo, dove vengono svolti i vari corsi di avviamento e perfezionamento.

Al di là degli ottimi risultati conseguiti dagli allievi nell'occasione dei Campionati dello scorso anno, e nel corso delle lezioni di quest'anno, il progetto ha consentito di avvicinare a questa splendida attività sportiva tantissimi ragazzi dell'Istituto che hanno saputo trarre numerosi benefici, sia in termini comportamentali, attraverso il controllo emozionale, di attenzione e di calcolo, ma anche sotto il profilo didattico, capacità di analisi ed applicazione di regole che attingono alla Matematica (trigonometria), Geometria (studio degli angoli) e Fisica applicata (velocità, attrito, forze).

Non a caso il grande scienziato Albert Einstein volle dire ''il biliardo costituisce l'arte suprema dell'anticipazione. Non si tratta affatto di un semplice gioco ma di uno sport artistico completo che necessita, oltre che di buona condizione fisica, del ragionamento logico del giocatore di scacchi e del tocco del pianista da concerto''.

Il prosieguo del progetto nel mese di marzo 2017 prevederà una serie di 4/5 lezioni, tenute sempre dal tecnico federale Massimiliano Patrizi, nelle quali si affronteranno gli aspetti più squisitamente tattici del gioco in previsione della partecipazione della scuola viterbese all'importante finale nazionale a cui dovrebbero prendere parte 3/4 dei 6 allievi prescelti: Andrea Clarioni, Amedeo Ferramondo, Alessio Austini del triennio ed i giovanissimi Alessandro Pugliesi, Andrea Riccioni e Giorgio Scarponi del Biennio.







Facebook Twitter Rss