ANNO 8 n° 143
''I governi PD ci hanno portato fuori dalla crisi''
Premier Gentiloni: ''Uscire da questi binari potrebbe essere pericoloso''
12/02/2018 - 21:15

Leonardo Michelini e Paolo Gentiloni

VITERBO - (a.v.)  ''I governi a guida PD ci hanno portato fuori dalla crisi, uscire da questi binari potrebbe essere molto pericoloso''. Ottanta giorni dopo la firma del protocollo per le periferie e a meno di tre settimane dal voto, il premier Gentiloni torna a Viterbo. L'occasione è la presentazione, avvenuta oggi pomeriggio all'hotel Salus Terme, della candidata Lorenza Bonaccorsi per il plurinominale alla Camera dei Deputati. Presente tutto lo stato maggiore locale dei Dem e i candidati viterbesi per la doppia sfida elettorale del 4 marzo: Andrea Egidi, Luisa Ciambella, Alessandro Mazzoli, Raffaella Petrilli, Alessandra Terrosi, Giuseppe Fioroni ed Enrico Panunzi.

Una tornata difficile quella che il Partito Democratico si appresta ad affrontare: se nel Lazio i sondaggi danno quasi per certa la riconferma di Nicola Zingaretti come presidente, più delicata è invece la situazione per le Politiche. Il premier predica fiducia. ''Non dobbiamo guardare con pessimismo al 4 marzo – dice Gentiloni al numeroso pubblico in sala –, i governi PD in questi anni hanno lavorato per l'Italia. Abbiamo avuto una partenza difficile, abbiamo preso uno schiaffone con il referendum ma possiamo camminare a testa alta. Il PD è stato la bussola che ha guidato il Paese fuori da una terribile crisi economica e dobbiamo fare di tutto per non ritornare in quelle condizioni. Abbiamo tutte le carte vincenti per affrontare le sfide del futuro: qui a Viterbo, nel Lazio con Zingaretti e a livello nazionale. Ce la possiamo fare''.

Paolo Gentiloni

Il presidente del consiglio mette l'accento su quanto fatto dai vari governi in questi anni e su quanto ancora c'è da fare: dal lavoro, ''deve essere un'ossessione per chi andrà a governare''; all'ambiente; la sanità; la sicurezza, ''meschino – dice – l'atteggiamento di chi semina l'odio e soffia sul fuoco''; i diritti civili, ''di biotestamento e unioni civili si parlava da vent'anni, in due anni abbiamo fatto due leggi''; la lotta alla povertà con il reddito d'inclusione e infine l'Europa: ''le previsioni per tutti i paesi sono positive tranne per il Regno Unito, forse uscire dall'U.E. – sottolinea – non è stato un grande affare''. 

Enrico Panunzi

''Oggi c'è stato l'ultimo consiglio regionale sul Ptpr. In questi anni abbiamo dato alla Regione una dignità che prima non aveva. Non interrompiamo questo percorso – è l'appello di Enrico Panunzi, candidato alla regionali – perché disperderemmo tutto in un attimo. Le battaglie si fanno fino all'ultimo, dobbiamo riconfermare il presidente uscente Nicola Zingaretti e questo governo. Possimo riuscire a vincere questa sfida. Avanti con il PD!''. Applausi del pubblico in sala.

Giuseppe Fioroni, invece, ricorda il messaggio inviatogli da Gentiloni dopo la chiusura delle liste: ''A Pe', a schiena dritta!''. ''Tutti insieme – afferma il candidato per l'uninominale alla Camera – possiamo strappare questo collegio alla destra''.

Giuseppe Fioroni

Alessandro Mazzoli, candidato all'uninominale al Senato: ''Venti giorni ci separano da una data che deciderà il futuro e il destino dell'Italia. Comincia oggi la parte fondamentale della campagna elettorale. Dobbiamo aiutare le persone a scegliere la strada giusta, quella della fiducia. Abbiamo le carte in regola e la squadra giusta per fare bene''.

''Dateci fiducia – dice Luisa Ciambella, candidata al consiglio regionale – , c'è ancora tanto da fare''.

''Ci giochiamo 5 anni di riforme – spiega Lorenza Bonaccorsi, candidata alla Camera dei Deputati –, la sfida è doppia e le scelte politiche cambiano il corso della storia. Non siamo tutti uguali e i nostri amministratori lo hanno dimostrato in questi anni. Nel 2013 la Regione era in stato di insolvenza, ora con il nostro lavoro sta uscendo dal commissariamento della sanità''. Sugli avversari: ''I 5 Stelle sono degli incapaci e lo hanno dimostrato''.

Lorenza Bonaccorsi






Facebook Twitter Rss