ANNO 9 n° 293
''I bambini non si toccano'', Denis Illarionov minacciato in carcere
Aveva annunciato una strage agli asili e lanciato un razzo contro la Macchina di Santa Rosa, sul 24enne disposta perizia psichiatrica
31/01/2019 - 06:49

VITERBO – (b.b.) Sarebbe stato minacciato da alcuni compagni di cella e di sezione del carcere di Mammagialla per i suoi folli piani contro i bambini dell’asilo. ''Bisogna fare una strage!'' aveva scritto il 24enne Denis Illarionovs su uno dei suoi profili social. E quelle deliranti frasi, giunte alle orecchie di altri detenuti, avrebbero innescato la reazione all’interno della casa circondariale.

Specialmente in D.G., responsabile del servizio mensa che non avrebbe perso occasione per avvicinare il 24enne, accusato di strage per aver lanciato un razzo contro la macchina di Santa Rosa nel 2015 ed essere stato trovato in possesso di materiale esplosivo in casa, e farlo parlare.

''Lo minacciava in continuazione – ha spiegato in aula uno degli ex compagni di sezione rossa di Denis, chiamato alla sbarra come testimone – D.G. aveva letto i motivi per cui il ragazzo era detenuto e voleva fargliela pagare. Certe cose ai bambini non si fanno e così voleva picchiarlo. Voleva che anch’io lo facessi''.

Per questo l’uomo avrebbe anche scritto una lettera da consegnare alla polizia penitenziaria: ''Aveva appuntato su un foglio tutto quello che Denis gli aveva confidato: il ragazzo voleva fare una strage e, una volta uscito di carcere, avrebbe portato a termine il suo piano. Ecco perché gli aveva chiesto di aiutarlo a reperire delle armi''.

Delle accuse pesantissime a carico del ragazzo, già imputato in Corte d’Assise, che arrivano direttamente da alcuni suoi compagni di sezione rossa a Mammagialla, la sezione dedicata ''ai detenuti che potrebbero ricevere ritorsioni da altri arrestati'', come ha spiegato un addetto ai lavori.

Intanto su richiesta del difensore, il 24enne sarà sottoposto a perizia psichiatrica per valutare se fosse capace di intendere e di volere al momento dei fatti: sarà il dottore Alessandro Giuliani ad incontrarlo. La sua nomina avverrà all’udienza del 22 febbraio prossimo.

Facebook Twitter Rss