ANNO 9 n° 324
Gubinelli regala tre punti alla Viterbese
Successo contro il Villanova (1-0) dopo una prestazione sotto tono
12/01/2014 - 16:33

di Domenico Savino

VITERBESE CASTRENSE – VILLANOVA 1-0

VITERBESE CASTRENSE (4-4-2) Boccolini; Rausa, Cirina, Federici, Toto; Giurato (dal 29’ s.t. Ghezzi), Giannone, Marinelli (dal 3’ s.t. Faenzi), Gubinelli; Polani (dal 24’ s.t. Cerone), Vegnaduzzo A DISPOSIZIONE Cima, Kacka, M. Marini, Fapperdue ALLENATORE Solimina

VILLANOVA (4-4-2) Trinchera; Di Mauro, Passiatore, Santori, Togna; Saporetti, Petrella (dal 40’ s.t. Persia), Di Fazio; Persichetti (dal 12’ s.t. Marini), Ianni (dal 20’ s.t. Coletta), Palmieri A DISPOSIZIONE Bambino, Panci, Basciani, Mattei ALLENATORE Di Loreto

ARBITRO Robustelli di Albano Laziale (Noce e Papagna)

RETI nel s.t. al 40’ Gubinelli (V)

NOTE giornata velata, terreno in buone condizioni, spettatori 500 circa Ammoniti Faenzi, Marinelli e Giannone per la Viterbese; Coletta e Petrella per il Villanova. Allontanato l’allenatore in seconda della Viterbese Fornaciari. Angoli 6-2 per la Viterbese Recupero 1 + 5

VITERBO – Alla fine vince la Viterbese. Ma quanta fatica per prendersi tre sudatissimi punti a capo di una partita interpretata male e giocata sotto tono. Ma la posta in palio è tutta gialloblu. E pure il platonico titolo d'inverno.Tuttavia la banda di Solimina deve interrogarsi sull’andamento del match giocato a velocità ridotta, senza quella rabbia agonistica che aveva contraddistinto il recente passato. E’ una craniata di Gubinelli che spacca il match, ma il Villanova ha avuto le occasioni migliori una per tempo. Non le ha concretizzate al contrario i gialloblu hanno capitalizzato al massimo la chance avuta. Resta sullo sfondo l’esperimento del 4-4-2 che pochi frutti ha portato e la fatica che compie la Viterbese quando trova avversari che si chiudono, di categoria che ricorrono anche al mestiere per portare a casa il punto.

Cambia volto la Viterbese. Solimina schiera l’attacco pesante con Vegnaduzzo e Polani a guidare la prima linea. Contro la migliore difesa del campionato la Viterbese aumenta il numero delle punte per mettere paura da subito. In fase di possesso i gialloblu ammassano attaccanti: sono in quattro che aggrediscono l’area di rigore, mentre Giannone e Marinelli fanno legna in mezzo al campo. Il Villanova non si discosta dal suo abituale atteggiamento: Petrella guida le operazioni in mezzo al campo, attacco frizzante con Ianni che fa a sportellate, mentre ai suoi lati si agitano Persichetti e Palmieri.

I tiburtini sono ordinati, fanno una buona attività di pressione, giocano in pochi metri per recuperare più facilmente il pallone. E’ un atteggiamento che tiene a freno le velleità gialloblu, che non alzano i ritmi. A velocità ridotta il Villanova riesce a neutralizzare con facilità le folate della Viterbese.

Taccuino sporcato di rado, poche emozioni frutto del grande tatticismo. La Viterbese deve fare la gara, il Villanova preferisce attendere e giocare di rimessa. In questo modo fa meno fatica e quando può si getta in avanti e crea pericoli. Come quello che Boccolini neutralizza sui piedi di Saporetti (36’). E’ l’occasione più nitida che capita ai tiburtini: la Viterbese si dimena senza costrutto, produce poco e punge altrettanto. Giannone ci prova sui punizione, ma si tratta comunque di tentativi dalla distanza.

Polani spreca da buona posizione, ma su azione manovrata la Viterbese è fin troppo prevedibile, sbaglia anche gli appoggi più semplici: non si allunga sulle fasce, cerca di sfondare centralmente, ma si chiude in un imbuto dal quale non riesce ad uscire. Vegnaduzzo e Polani fanno movimenti simili e non si dividono l’area di rigore: sui pochi cross che capitano si scontrano. Gubinelli e Giurato non percuoto a dovere le ali e non creano superiorità numerica.

Nella ripresa non cambia lo spartito. Ed è sempre il Villanova che mette il naso davanti: Ianni ci prova a botta sicura, ma Boccolini è superlativo (9’). Di Loreto muove le pedine dalla panchina: dentro Marini e Coletta per Persichetti e Ianni. E Solimina gioca la carta Cerone per guardare la luce in fondo al tunnel. Serve un episodio per spaccare la partita e proprio l’ex Mantova scalda i guantoni di Trinchera (32’). Poi il gol: angolo di Giannone e Gubinelli incorna di testa (40’). E tre punti alla Viterbese.

Diciassettesima giornata 12/01/2014

Fonte Nuova - Futbolclub               
3-2

Fregene - Rieti

2-3
Grifone Monteverde - Empolitana Giovenzano     
2-0
Ladispoli - Civitavecchia 1-0
Montecelio - Nuova Sorianese 1-1
Montefiascone - Cerveteri 1-2
Monterotondo Calcio - Caninese 1-1
Real Monterosi - Città di Monterotondo 2-3
Viterbese Castrense - Villanova 1-0

Classifica dopo la 17° giornata

Viterbese                                37
Rieti 37
Ladispoli 31
Real Monterosi
30
Nuova Sorianese
29
Villanova 28
Futbolclub 26
Grifone Monteverde 25
Civitavecchia 24
Montecelio 20
Cerveteri 20
Montefiascone 19
Monterotondo Calcio 16
Empolitana 15
Fonte Nuova 15
Fregene 14
Caninese 14
Città di Monterotondo 12

Civitavecchia penalizzato di cinque punti

Prossimo turno 19/01/2014

Empolitana Giovenzano - Città di Monterotondo

Fregene - Civitavecchia

Grifone Monteverde - Fonte Nuova

Ladispoli - Villanova

Montecelio - Cerveteri

Montefiascone - Rieti

Monterotondo Calcio - Futbolclub

Real Monterosi - Nuova Sorianese

Viterbese Castrense - Caninese





Facebook Twitter Rss