ANNO 9 n° 264
''Guano sul maniglione della porta
d'accesso al pronto soccorso''
Dopo Montefiascone, segnalati escrementi di piccione anche all'Andosilla
10/09/2019 - 06:41

CIVITA CASTELLANA – Non solo Montefiascone. Il guano è un problema che interessa anche l’ospedale Andosilla. La segnalazione viene da una paziente che nei giorni scorsi si è recata al pronto soccorso. ''Sulla porta antipanico ho trovato questo scempio: escrementi di piccioni hanno coperto parte del maniglione”, dice Letizia C. foto alla mano.

''Ma come è possibile che in un luogo tanto delicato dal punto di vista igienico quale un pronto soccorso, si possa assistere a un tale spettacolo?'' si domanda ancora la donna. Sulla questione igienica la paziente calca la mano: ''Nel pronto soccorso si registra un continuo viavai di persone, di medici e infermieri che poi girano per l’ospedale''. E allora, se è vero che i piccioni fuori della struttura potrebbero aver trovato un loro ''rifugio'', ''perché - si domanda ancora Letizia C. – non riservare un’attenzione maggiore alla pulizia anche negli spazi di passaggio da un’ala all’altra della struttura ospedaliera?''.

A Viterbo l’estate dello scorso anno si registrò una situazione analoga: la Asl fu costretta a un’operazione di sanificazione del blocco A3, prima dell’apertura dei cantieri, per rimuovere duemila chili di guano depositati nel corso degli anni sui 9 piani dell’edificio. Dopo le recenti segnalazioni, i cittadini attendono interventi anche a Montefiascone e a Civita Castellana.






Facebook Twitter Rss