ANNO 10 n° 52
Gregori punta tutto sulla sfida di Coppa
Il tecnico: ''Giocare al massimo''; sul mercato: ''Fatte le giuste mosse''
30/08/2014 - 00:45

VITERBO – (d.s.) Il mosiaco della Viterbese continua ad impreziosirsi. L'arrivo di Emanuele Morini conferisce maggiore qualità all'attacco gialloblu che già poteva contare sui gol di Pippi e Saraniti e sulla velocità di Angelilli. Morini è il classico giocatore dal baricentro basso in grado di spaccare le partite. Inoltre ha già vinto un campionato lo scorso anno con la Lupa Roma ed è un giocatore abituato a prendersi le responsabilità quando il pallone scotta. Soddisfatto del mercato gialloblu è il tecnico Attilio Gregori: ''Ho sempre detto che alleno i giocatori che la dirigenza mi mette a disposizione. La società si sta muovendo bene: il confronto è continuo con il direttore sportivo e stiamo raggiungendo gli obiettivi che ci siamo prefissati''.

All'orizzonte si staglia l'Anziolavinio. L'impegno di Coppa Italia non va sottovalutato: ''L'obiettivo è tenere sempre alta l'attenzione, giocare ogni gara come se fosse l'ultima. Non è una partita da sottovalutare, è l'occasione per mettere altri minuti nelle gambe e per proporsi sempre con la giusta mentalità''.

Intanto la squadra continua ad allenarsi in vista della Coppa Italia. I gialloblu sono impegnati domenica pomeriggio sul campo dell'Anziolavinio per il primo turno della manifestazione tricolore. Gregori continua a provare uomini e schemi sul manto erboso di Grotte di Castro.

Il successo contro la Flaminia ha aumentato l'entusiasmo della piazza e i tifosi si stanno organizzando con pulmini e mezzi privati per raggiungere Anzio. Il tecnico romano ha fatto le prove generali durante l'amichevole infrasettimanale contro la Virtus Bolsena ma vuole tenere tutti sulla corda in vista della Coppa. Sicuro assente sarà Ciaremelletti messo ko da una distorsione alla caviglia: al suo posto è pronto Faenzi uno dei reduci della passata stagione. La difesa è il reparto blindato: fino ad ora la squadra non ha ancora subito un gol: i centrali Cirina, Federici e Scardala hanno eretto un muro che appare invalicabile. Gli esterni Perocchi e Pacciardi (quest'ultimo autore del raddoppio contro la Flaminia) sono under affidabili che garantiscono la giusta dose di spinta.

Dopo una settimana di allenamenti chiede spazio anche Horacio Spinelli e contende una maglia a Nuvoli e Giannone. Stesso discorso per Pero Nullo e Pintori che hanno caratteristiche simili e consentono a Gregori di ampliare le potenzialità offensive della squadra. In attacco sembra abbastanza scontata la conferma di Pippi e Saraniti: sono i due cannonieri gialloblu che hanno già dimostrato durante il precampionato di avre i colpi giusti per risolvere le partite. L'intesa continua a migliorare: il tutto a vantaggio dei gol e dello spettacolo.

Infine è stato chiuso il caso relativo all'attaccante Zampaglione, il giocatore che non è tornato a Viterbo dopo la pausa di Ferragosto. La società gialloblu ha deciso di liberare il giocatore dando l'ok per lo svincolo. Zampaglione si sta allenando con i calabresi della Nuova Gioiese.





Facebook Twitter Rss