ANNO 10 n° 24
Gregori ''Basta figurine serve equilibrio''
Parla il mister Attilio Gregori
03/04/2015 - 18:46

VITERBO - Poco spazio per il bel gioco e il divertimento: è l'ora di lavorare sodo, di mettersi sotto per cercare equilibri fin qui latitanti e costruire, nel poco tempo a disposizione, una squadra solida capace di portare a casa il risultato. Questo, in sintesi, il manifesto programmatico della nuova Viterbese di Attilio Gregori, tornato a Viterbo con la consapevolezza delle difficoltà che si troverà di fronte di qui a maggio, quando la squadra sarà protagonista dei play-off.

''A questa realtà non manca nulla - spiega Gregori - ci sono giocatori importanti, una società solida, la possibilità concreta di arrivare in Lega Pro attraverso i ripescaggi. Quello che non voglio vedere sono le figurine, i giocatori messi in campo solo per il nome ma incapaci di calarsi nel giusto contesto, sacrificandosi per la squadra. Chi mi segue sarà al centro del progetto, gli altri prenderanno altre strade. Le giornate alla fine sono poche, non si aspetta nessuno''.

Affiancato da Vincenzo Orlandi, il nuovo mister si è presentato determinato. Si è fermato a parlare in campo con i giocatori, poi si è sottoposto alle domande di rito: ''I moduli? Sono importanti, ma fino a un certo punto. Le soluzioni che offre questa rosa sono tante, valuteremo la migliore. Ma servono grinta, determinazione, intelligenza per vincere le partite anche quando gli avversari danno il massimo per crearti problemi. In squadra abbiamo sette giocatori dalle caratteristiche offensive, chiaro che qualcuno dovrà accettare anche la panchina di volta in volta''.

''Il gioco? Metterei la firma per giocare male e vincere tutte le partite uno a zero - conclude Gregori - se arrivo a casa dopo aver perso 8 a 7 io non dormo. Se portiamo a casa i tre punti, invece, so di aver fatto il mio dovere. La squadra fin qui non ha reso come ci si aspettava, anche perché là davanti la Lupa ha corso tanto. Ora cercheremo di capire cosa non ha funzionato, la sosta pasquale arriva al momento giusto per darci modo di lavorare subito''.





Facebook Twitter Rss