ANNO 7 n° 293
Grande folla per la prima al Rocchi di Nandogol
Mister Cornacchini prova la Viterbese anti Gubbio
19/08/2016 - 02:01

di Stefano Renzo

VITERBO – Molti più tifosi del solito ieri allo stadio Rocchi. Alcuni diretti in segreteria per l’acquisto del biglietto per domenica e per gli abbonamenti, altrettanti sugli spalti per vedere all’opera la squadra nella partitella in famiglia del giovedì ed in particolari gli ultimi due arrivati: il difensore Daniele Celiento e il bomber Ferdinando ''Nandogol'' Sforzini, fresco di firma di contratto.

Un taglio da corazziere, quest’ultimo, in grado di guardare tutti o quasi tutti dall’alto in basso con i suoi 194 centimetri di altezza. Fisico asciutto di un atleta che, come è stato, ha condotto quasi l’intero precampionato allenandosi quotidianamente, ospite del Monterosi, giocatore (forse) pronto a scendere in campo sin da subito. Se Giovanni Cornacchini lo riterrà opportuno, Sforzini potrebbe giocare magari uno scampolo di partita già contro il Gubbio, così come Celiento che addirittura potrebbe far parte dell’undici iniziale stante l’assenza in difesa dello squalificato Mallus.

La partitella del giovedì ha visto il tecnico marchigiano mettere di fronte due formazioni entrambe complete, agguerrite e schierate con il 4-3-3. Da una parte, con la casacca blu, hanno giocato Iannarilli tra i pali, Pandolfi e Varutti esterni di difesa, Scardala e Dierna centrali; a centrocampo Boldrini, Cuffa e Cruciani, in attacco il tridente Diop, Bernardo e Neglia. Sul fronto opposto, in casacca bianca, sono stati schierati Pini tra i pali, Paolelli e Fè esterni bassi, Ciliente e Pacciardi difensori centrali. Davanti alla difesa Marano, Mazzolli e Cenciarelli, in attacco Ansini, Gaeta, Belcastro. Nella seconda parte della partitella hanno trovato spazio anche tutti gli altri gialloblu, da Sforzini a Micheli, da Dalmazzi a Mallus a Cardore, da Invernizzi a Manoni.

La squadra torna ad allenarsi oggi pomeriggio alla Scuola Sottufficiali e sabato mattina sul rettangolo di Grotte di Castro. Le ultime due sedute della settimana, quelle che daranno la possibilità a Cornacchini di sciogliere gli eventuali dubbi sulle sue scelte della formazione da opporre, domenica alle 17, al Gubbio.






Facebook Twitter Rss