ANNO 9 n° 266
Gran Premio di Indonesia, Iker Larranaga chiude in 12esima posizione
Ottime notizie per il team Marchetti
08/07/2019 - 09:34

VITERBO - Il nuovissimo tracciato di Palembang ha ospitato l'undicesimo appuntamento del Campionato Mondiale Motocross FIM 2019, il Gran Premio di Indonesia. Il grande caldo unito ad elevati tassi di umidità non ha dato tregua a piloti e tecnici per tutto il fine settimana rendendo la gara particolarmente difficile e impegnativa.

Dodicesimo nelle prove cronometrate, Iker Larranaga (KTM 250 SX-F) ha chiuso in undicesima posizione la manche di qualifica. Lo spagnolo è scattato benissimo in gara uno ed ha mantenuto la quinta posizione nei primi giri. Sfortunatamente nella seconda parte di gara ha risentito della fatica ma è riuscito comunque a terminare al dodicesimo posto. Iker è partito nella top ten anche nella manche conclusiva ma purtroppo ha subito ancora di un lieve calo fisico nel finale che non gli ha permesso di fare meglio della dodicesima posizione. Piazzamento che ha confermato anche nell'assoluta di giornata. Grazie ai diciotto punti guadagnati a Palembang, Larranaga è salito al diciannovesimo posto nella classifica di campionato della classe MX2.

Ottime notizie per il team Marchetti-KTM sono arrivate anche dalla prima finale dell'Italiano Motocross Junior che è stata disputata sulla pista emiliana di Savignano sul Panaro. Con una perentoria doppietta Valerio Lata si è aggiudicato la vittoria assoluta della classe 85 Senior e guida, a punteggio pieno, la classifica di campionato.

Il prossimo fine settimana il Team Marchetti-KTM sarà impegnato nella seconda gara consecutiva organizzata in Indonesia, il Gran Premio dell'Asia che sarà ospitato dalla pista di Semarang.

Iker Larranaga: 'Sabato ho concluso la qualifica al dodicesimo posto. Mi sentivo bene ed il mio feeling con la pista era buono. Nelle due manche della domenica sono sempre riuscito a partire bene e a tenere un buon ritmo per molti giri. Purtroppo la mia condizione fisica attuale non mi permette di essere costantemente veloce per tutti i 35 minuti di gara così nel finale sono stato costretto a calare il ritmo cedendo il passo ad alcuni avversari. Devo dire che dopo il mio infortunio questa è stata la gara in cui sono riuscito ad essere più veloce e che ogni fine settimana i miei miglioramenti sono costanti. Le sensazioni sono buone e sono convinto di riuscire presto a centrare risultati all'altezza delle mie aspettative.'






Facebook Twitter Rss