ANNO 7 n° 263
Gomme auto, è il momento di scegliere bene
09/08/2017 - 17:53

È tempo di pensare agli pneumatici invernali. No, non è una battuta né una provocazione, ma una constatazione molto pratica: l'obbligo di cambiare gomme scatterà come ogni anno solo a metà novembre, ma se pensiamo al mese di agosto che vola con le vacanze e al settembre dedicato alla ripresa delle attività di routine, in realtà questa distanza non è poi così eccessiva.

Una strategia intelligente

Come spiegato anche dai rivenditori specializzati come Euroimport Pneumatici, acquistare gomme invernali in questa fase rappresenta anche una scelta intelligente per trovare prezzi più convenienti e non soffrire di problemi e ritardi nella consegna. Per orientarsi al meglio nella scelta, a breve sono attesi i primi test specializzati sulle nuove offerte da parte dei produttori di pneumatici, che come da tradizione arrivano proprio all'avvicinarsi dell'equinozio di settembre, che consentiranno di scoprire gli eredi di Dunlop Winter Sport 5 e Pirelli Winter SottoZero 3, incoronati lo scorso anno.

Le soluzioni della Pirelli

Le caratteristiche vincenti della gomma Pirelli sono state evidenziate proprio dai tester del Tcs svizzero, che hanno premiato innanzitutto l'equilibrio delle prestazioni del Winter SottoZero in tutte le prove, per poi sottolineare anche i buoni riscontri sul versante della resistenza all'usura e sulla riduzione del consumo di carburante. Questa proposta, studiata dalla P lunga per le vetture di media e grande cilindrata del segmento premium, si dimostra poi adatta alle auto sportive, e non a caso è stata scelta in primo equipaggiamento da brand come Maserati, Lamborghini e Mercedes.

L'importanza degli pneumatici

Più in generale, il tema delle coperture invernali è tornato (questa volta in maniera paradossale) al centro delle cronache di queste ultime settimane, dopo le rilevazioni effettuate dalla campagna Vacanze Sicure 2017, condotta dalla Polizia Stradale in collaborazione con Assogomma e Federpneus: in pieno giugno, infatti, sono state scoperte 4.821 equipaggiate con pneumatici M+S, la sigla che per l'appunto identifica i prodotti pensati per le temperature più rigide.

Fuori stagione

Significa che il 37 per cento delle vetture controllate nel corso delle iniziative a tappeto in alcune regioni italiane viaggiano contro le regole non solo del Codice della Strada, ma anche del 'buon senso'; nel 13 per cento dei casi, poi, parliamo di gomme con il pittogramma alpino, il più rigoroso emblema delle coperture adatte a neve e gelate.

Effetti pericolosi sulla sicurezza alla guida

Come spiegano i responsabili della campagna, guidando 'un veicolo di qualsiasi cilindrata e potenza, munito di pneumatici invernali in periodo prettamente estivo, allunga il suo spazio di arresto mediamente del 20 per cento rispetto agli estivi', ricordando dunque che per ottenere buone prestazioni e garantire la sicurezza alla guida bisogna sempre utilizzare pneumatici adatti al periodo stagionale.

A Viterbo poca attenzione agli pneumatici

Non bisogna pensare che il problema (e il grattacapo) riguardi solo gli automobilisti delle regioni finite quest'anno al centro del progetto: anche il nostro Lazio è stato controllato negli anni passati da Viaggiare Sicuri (per la precisione, l'ultima volta è stato nel 2015), e proprio la provincia di Viterbo si meritò la poco ambita palma di area territoriale peggiore di Italia per incidenza di pneumatici non omogenei o non conformi alla carta di circolazione. Per quanto riguarda la questione delle gomme invernali a giugno, poi, a non brillare era l'intero Lazio, con un tasso di irregolarità pari al 15,82 per cento dei controlli, uno dei valori più elevati di tutta la Penisola.







Facebook Twitter Rss