ANNO 7 n° 352
Globo Civita prova
a fermare il Siena
La squadra di Tofoli è la più titolata alla promozione in Superlega
15/02/2017 - 10:28

CIVITA CASTELLANA - La Ceramica Globo Civita Castellana affronta la Emma Villas Siena nella seconda gara della pool di A2 che definirà la griglia dei playoff promozione in Superlega. Primo appuntamento casalingo nella roccaforte di Montefiascone per i giocatori di coach Spanakis, reduci da un esordio vittorioso contro la Sigma Aversa, regolata in trasferta con un perentorio 3-0.

Stesso risultato netto ha portato la Emma Villas Siena di coach Tofoli a sbarazzarsi in casa di Reggio Emilia nel primo turno.

Siena è l'avversario più ostico della pool: una squadra costruita per vincere dal suo Presidente Giammarco Bisogno, che da imprenditore qual'è, ha messo la sua filosofia ed iniettato investimenti dentro la Società, portandola alla serie A2 in pochi anni e costruendo una macchina organizzativa e comunicativa già tarata per la Superlega.

Civita non può vincere contro Siena: almeno così sarebbe in un mondo oggettivo, in cui si osservano solo i fatti e si ragiona solo sui numeri. Primatista del Girone Bianco, con 45 punti fatti in 18 partite (miglior score dei due gironi), 3 sole sconfitte stagionali, ora in testa alla pool promozione con 20 punti e, se non bastasse, si è laureata da poco campione d'Italia vincendo la Del Monte Coppa Italia di A2: coach Tofoli ha a disposizione 13 giocatori ''titolari'' tra cui il palleggiatore Fabroni, che di promozioni in Superlega se ne intende, o il nazionale schiacciatore spagnolo Noda Blanco o l'opposto cubano Padura Diaz o ancora un centrale navigato come Patriarca e un libero sopraffino come Cesarini (ex rossoblù), tanto per citarne alcuni. Un roster e un budget importante, un Palazzetto, il PalaEstra di Siena che fa invidia a tante società di A1 ed è sempre gremito di tifosi, e un obiettivo dichiarato fin dall'inizio dell'anno, ovvero la promozione in Superlega già inseguita nella stagione passata.

A dirla tutta la Ceramica Globo Civita Castellana ha fatto lo stesso percorso di ''carriera'' della società senese, con tante promozioni consecutive sul campo in pochi anni, coronando il sogno della serie A nella scorsa stagione, puntando sulla passione dei suoi dirigenti storici e su Sponsor legati alla cittadina come la Globo e costruendo una squadra con tanti giocatori del territorio. Con budget sicuramente inferiori agli avversari e le tante difficoltà logistiche e organizzative di una squadra perennemente in trasferta (senza un Palazzetto casalingo non omologato e non ancora ristrutturato) e lontana dai suoi tifosi, Civita ha centrato già in pieno il suo obiettivo stagionale, la salvezza, che la rende certa di stare ancora tra le grandi nella prossima stagione di A2. Non era facile, non era scontato, ma è successo. Nel proseguio di stagione ha solo da guadagnare, cercando di arrivare più in alto possibile, con l'ambizione sfrontata di centrare l'accesso ai playoff.

Civita non può vincere contro Siena, ma se il sestetto civitonico vuole smentire i numeri e i pronostici, allora Banderò e compagni dovranno mercoledì sera mettere in campo più di quanto hanno fatto finora, oltre la grinta, la determinazione e l'organizzazione tecnico-tattica data da coach Spanakis. Se Civita vuole vincere contro Siena dovrà disputare la partita perfetta.

Palazzetto di Montefiascone, mercoledì 15 febbraio ore 20:30: la parola ora passa al campo.







Facebook Twitter Rss