ANNO 9 n° 230
Giovani, stress e ansia protagonisti e nemici moderni
24/04/2019 - 17:17

 

Secondo una nuova ricerca effettuata dall’Exeter Medical School, che prende il nome di “Child and Adolescent Mental Health”, i giovani di oggi sono sempre più vittime di ansia e depressione.

Questo team di studiosi ha analizzato la frequenza scolastica dei ragazzi, monitorando le assenze generiche, quelle mediche, quelle ingiustificate fino a fenomeni di ripudio della scuola.

I dati emersi evidenziano una preoccupante correlazione tra assenze e ansia, che a sua volta genera un altro legame pericoloso tra assenze e rifiuto per la scuola.

Dal quadro generale emerge che ansia e depressione colpiscono sempre più i giovani, addirittura il 50% che ha un’età compresa tra i 15 e i 19 anni, mentre per gli studenti delle scuole superiori l’incidenza è del 20%.

Questo dimostra come gli operatori scolastici debbano prestare particolare attenzione e bravura a “leggere” in anticipo eventuali segnali di tali problematiche, con disturbi come questi che spesso sfociano anche in altri generi di malesseri quali mal di pancia o mal di testa.

Un quadro sicuramente preoccupante su cui sia i genitori sia chi lavora nelle scuole deve saper intervenire con tempestività ed efficacia.

Uno dei più famosi esperti nel campo delle tecniche di apprendimento strategico, Massimo De Donno, consiglia ai genitori di non affidarsi a quello che si legge in generale sulla rete, perché queste sono delle tematiche strettamente riguardanti la medicina e la psicologia.

Chi soffre in maniera evidente di tali problemi deve servirsi dell’aiuto di un professionista del settore, che sappia fornire un valido supporto e un percorso da seguire che possa alleviare tali sintomatologie.

Un altro parere illustre è quello della prof. Emilia Costa, docente di Psichiatria presso l’Università La Sapienza di Roma, la quale indica che la soluzione a questi problemi è di potenziare le capacità di studio dei ragazzi, basandosi sul concetto “imparare a imparare”.

Ci sono dei rimedi contro l’ansia che possono poi essere messi in campo da tutti.

Fare dell’attività fisica aiuta in generale il corpo a sentirsi meglio, abbassando i livelli di stress presenti nella persona.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo importante, meglio non abbondare con cibi grassi e calorici, prediligendo una dieta equilibrata che sappia garantire il giusto apporto di elementi senza appesantire.

Anche i rimedi naturali offrono un’importante azione contro stress e ansia, ad esempio la passiflora, presenta delle interessanti proprietà miorilassanti ed è utilizzata fin dall’antichità per mitigare fenomeni di ansia e irrequietezza.

Proprio per queste sue caratteristiche, riprese dal Blog Notizie Benessere, la Passiflora è utilizzata spesso per combattere stati d’ansia, isterismo, irritabilità e lo stress, grazie al suo contenuto di alcaloidi che può essere assunto mediante gocce, tisane e tintura madre.

Gli specialisti indicano, infine, che la soluzione più efficace in questi casi è di aiutare gli studenti a crearsi un metodo di studio personale, analizzando lo stile di apprendimento e dagli obiettivi che ognuno si pone.







Facebook Twitter Rss