ANNO 9 n° 265
Giovanale: ''La Viterbese
vincerà il campionato,
ma io voglio batterla''
20/03/2014 - 00:00

di Domenico Savino

VITERBO - E' l'uomo che sente il derby più di tutti. Parla a tutto campo Vittorio Giovanale, direttore sportivo del Monterosi. E' il personaggio del derby. La Viterbese è un pezzo del suo cuore, ma domenica si coccolerà il suo Monterosi. Anche se è stato chiamato da poco alla guida dell'area tecnica biancorossa, sente il derby più d'ogni altra partita. Sa che è una sfida impossibile, ma nel calcio nulla è detto fino al novantesimo. E come lui anche i giocatori percepiscono l’aria da derby: già all'andata fecero uno scherzetto ai gialloblu che costò la panchina a Pirozzi. Adesso sognano di fermare la capolista con una nidiata tra ex e viterbesi doc: dal tecnico Scorsini a Valerio Ingrosso, passando per gli under Andreoli e Salvatori.

Direttore, proviamo ad inquadrare il derby di domenica prossima. Che partita sarà? Come si sta preparando il Monterosi e cosa vi aspettate dalla Viterbese.

Ci stiamo preprando per una gara importante, i ragazzi sono consapevoli che si giocheranno un derby che vale una stagione. Al Rocchi è davvero emozionante, giocare contro i gialloblu nel loro stadio dà una spinta enorme. Ho avuto questa esperienza quando ero direttore sportivo della Flaminia. Per la seconda volta mi ritrovo contro la Viterbese, anche se tre anni fa non era come adesso. Ora bisogna stare attenti e cercare di limitare i danni. Siamo consapevoli del potenziale della Viterbese.

Lei è il personaggio del derby. Conosce la Viterbese, l’ha seguita come commentatore radiofonico.

E’ una squadra schiacciasassi. Se trova la giornata giusta ti fa quatto o cinque gol, così come è successo contro il Montefiascone. Noi dobbiamo essere molto attenti. Se vai a Viterbo per giocare a viso aperto, rischi l'imbarcata. Scorsini è uno che conosce il calcio e soprattutto la Viterbese, l'ha vista una decine di volte. Anche per lui sarà una forte emozione, perché è un viterbese doc e sente la partita come e più degli altri.

E conosce anche la famiglia Camilli.

Ho un ottimo rapporto sia con Piero che con i figli Vincenzo e Luciano, quest'ultimo l'ho visto crescere ai primi tempi di Grosseto. Giocherò contro di loro dopo 14 anni: infatti quando ero direttore sportivo del Nepi li ho incontrati in campionato.

E come è andata a finire?

Ricordo che il Nepi vinse quel campionato e che in quella Castrense giocava l’attuale presidente Vincenzo Camilli, che era un giovane in età di lega e oggi lo ritrovo avversario da presidente. Sono davvero contento che la Viterbese sia nelle loro mani.

E’ vero che tra Lei e Vincenzo Camilli quest’estate c’è stato un contatto?

Si è vero, ma era ancora in essere il passaggio della Castrense a Viterbo. La famiglia Camilli era impegnata a portare il titolo sportivo in città.

Poi hanno scelto Andrea Angelucci, ci è rimasto male?

No. Il calcio è questo: loro hanno fatto una scelta e la rispetto. I rapporti sono ottimi sia con me che con Angelucci. Secondo me hanno scelto la persona più giusta in quel momento.

La Viterbese ha cambiato quattro allenatori e tre direttori sportivi. Alla vittoria si arriva lo stesso?

Io dico che la famiglia Camilli ottiene sempre ciò che vuole. Se hanno un obiettivo lo raggiungono comunque. Possono anche cambiare dieci allenatori. Sono una famiglia vincente. Ho conosciuto Piero e so quello che vuole. L’esperienza che ha fatto con il Grosseto è enorme. E’ arrivato ad un soffio dalla serie A, la meritava.

Capitolo Rieti. Può contendere il primato ai gialloblu?

Credo che il Rieti non possa contendere il primo posto. Il risultato di domenica prossima contro il Villanova è fondamentale perché se dovesse perdere rischia anche il secondo posto, soprattutto nel caso in cui la Sorianese dovesse vincere contro il Futbolclub. I cimini andrebbero a tre punti e se fosse così credo che alla fine arrivi prima la Viterbese seconda la Sorianese. A Rieti Fedeli ha iniziato a punzecchiare l’allenatore e il rischio è che l’ambiente si surriscaldi un’altra volta.

Parliamo del Monterosi. E’ arrivato a stagione in corso. Che idea si è fatto della squadra?

E' partita per salvarsi anche ai play out. Il budget era molto ridotto rispetto agli ultimi anni. Bravo Scorsini ad aver fatto un grande girone d’andata e oggi purtroppo qualche assenza ci impedisce di esprimerci al meglio. A Viterbo non avremo Mandro (problemi ad un ginocchio con interessamento del menisco, n.d.r.) e Franchitti il nostro miglior '94. Possiamo far bene solo se siamo al completo. In questa squadra ci sono ragazzi che non hanno mai fatto l'Eccellenza, come Nori, e si stanno dimostrando molto validi. Nonostante tutto siamo vicini all’obiettivo. Il mio arrivo va visto in ottica futura e già si programma già per il prossimo anno. La società è sana e seria ed è un piacere lavorare in queste condizioni.

E Scorsini? E’ vero che il suo nome è finito sui taccuino di alcune società di serie D?

Ha avuto contatti da qualche società di D ma ad oggi un contatto potrebbe lasciare il tempo che trova. Questo per lui è stato il primo anno in Eccellenza. Secondo me deve riconfermarsi il prossimo anno per poi avere tutte le credenziali per ambire alla serie D. Monterosi è la società per lui perché gli permette di lavorare e programmare e il presidente Cialli ha la massima fiducia in lui.

Un pronostico per domenica?

Da avversario vorrei che vinca la mia squadra. Realisticamente, però, dico che è difficile. Contro questa corazzata, se riusciamo a limitare i danni, forse la Viterbese ci fa poco male. Se venisse un pareggio sarebbe un sogno: per noi un pareggio è come vincere un campionato.

LA CLASSIFCA DEI MARCATORI

15 GOL: Maestà (Nuova Sorianese)

14 GOL: Toscano (Città di Monterotondo/Viterbese)

13 GOL: Cerone (Viterbese Castrense)

12 GOL: Artistico (Rieti)

11 GOL: Cesaro (Empolitana); Mereu (Montecelio); Agostino (Fregene)

10 GOL: Goretti (Caninese)

9 GOL: Federici (Monterotondo Calcio); Bacchi (Ladispoli); Nanni (Fregene); Vegnaduzzo (Viterbese Castrense); Monteforte (Nuova Sorianese)

8 GOL: Garat (Rieti); Ponzio (Ladispoli); Pascucci (Fonte Nuova/Civitavecchia); Midulla (Futbolclub); Serafini (Montefiascone)

7 GOL: Bertino (Montecelio); Sabatino e Cardillo (Rieti); D’Ovidio (Fonte Nuova); Meloni (Villanova); Romagnoli (Civitavecchia); Pero Nullo (Viterbese Castrense); Di Chiara (Cerveteri); De Francesco (Città di Monterotondo/Viterbese); Iannotti (Grifone Monteverde)

6 GOL: Pezzotti (Rieti); Sansotta (Montecelio); Chierico e Bentivoglio (Cerveteri); Giuffrida (Civitavecchia/Sorianese); Ianni (Villanova)

5 GOL: Federici e Pacenza (Viterbese Castrense); Paoloni (Caninese); Gravina (Ladispoli); Marini L. (Villanova); M. Lucani, Ingrosso (Caninese/Monterosi); Leone (Civitavecchia); Silvestrini e Severini (Montecelio); Gay (Rieti); Amassoka (Nuova Sorianese); Palmerini (Fonte Nuova)

4 GOL: Morelli (Grifone Monteverde); Ferri e Borgognoni (Real Monterosi); Spanò (Futbolclub); Brancati (Fonte Nuova); Andreoli (Real Monterosi); Moretti (Fonte Nuova); A. Luciani (Fregene/Sorianese); Sargolini e Iovino (Grifone Monteverde); G. De Dominicis (Monterotondo Calcio); Paraschiv (Cerveteri); Ascenzi (Fregene); Grimaldi (Montefiascone); Neroni (Villanova)

3 GOL: Giannone, Polani, Gubinelli e M. Marini (Viterbese Castrense); Bottoni, Berardi e Rocchi (Montecelio); Elisei (Civitavecchia); Berardi e Marvelli (Ladispoli); Calevi, Vittori e Cesarini (Montefiascone); Fiorini (Fregene); Ferri (Città di Monterotondo); La Ruffa, Tovalieri, Mancini e Ruggiero (Grifone Monteverde); Castellano (Rieti); Roccisano (Caninese); Torroni (Real Monterosi), Muratore (Fonte Nuova); Egidi (Monterotondo Calcio); Giovannini (Futbolclub); Scerrati (Empolitana)

2 GOL: Maimone e Billi (Empolitana); Callini, Panunzi e Iezzi (Civitavecchia); Montepaone (Fregene); Quadrini, Italiano, Prosperi, Cavallaro e Petrangeli (Città di Monterotondo); Nami, Bellacima (Montefiascone); Minelli e Crisostomi (Montecelio); Tafi (Fregene); Fiorucci (Monterotondo Calcio); Franchitti (Real Monterosi); Martini e Franceschi (Grifone Monteverde); Ingiosi (Rieti); Panico (Futbolclub); Totino (Ladsipoli); Moretti, Sacripanti (Fonte Nuova); Maresca, Colombini e Benda (Monterotondo Calcio); Giorni (Cerveteri); Stella e A. Ferri (Caninese); D’Epifanio (Empolitana)

1 GOL: Fapperdue, Giurato, Faenzi (Viterbese Castrense); Parri, Corasaniti, Chiaranda, Troili (Caninese); Tersigni, Corrias, Esposito, Temperini e Pagnanelli (Grifone Monteverde); Aguglia, Marchionni, Flore, Pesce, Capogreco, Mattoni e Giordano (Fonte Nuova); Palmieri, Di Mauro, Di Fazio, Petrella, Persichetti, Giampaolo, Santori e Tonga (Villanova); Martinelli, Ceripa, Suppa, Deodati, Moauro, Rotariu, Cervini, Giacani e Di Cesare (Empolitana); Zoppis, Catania, Melia, Rosati, Maestrelli, Macellari e Chianelli (Futbolclub); Venanzi, Ippoliti, Faina, Ceccarini, Lutchner, Proietti e Flauto (Montefiascone); Burla, Mencio, Kanku, Lazzarini, Pollini e Faina (Nuova Sorianese); Merelli, Mandro, Salvatori, Provinciali e Malinconico (Real Monterosi); Angrisani, Graniero, Salvato, Petronilli e Mannozzi (Ladispoli); Laurentini, Lamback e Federici (Città di Monterotondo); Di Ianni, Laurato, Franceschini e Tartaglione (Fregene); Travaglione, Paolini e Sacripanti (Civitevecchia); D’Andrea, Mariani e Longo (Rieti); Tinazzi, Cecaloni, Abis, Di Giacinto e Lelli (Cerveteri); Albanesi (Monterotondo Calcio).





Facebook Twitter Rss