ANNO 9 n° 144
Giornata 'no' per la Viterbese che cade per mano della Cavese
I gialloblu mettono a segno un solo goal con il rigore di Pacilli
17/04/2019 - 16:28

di Francesca Cuccuini

VITERBO - Questa volta non c'è rimonta. Giornata 'no' per la Viterbese di mister Antonio Calabro che esce dal Rocchi stanca e affranta. Tre goal subiti dalla Cavese e uno solo messo a segno su rigore.

Un primo tempo scandito dai calci di rigore. Al ventesimo, infatti, Luca Sparandeo commette un fallo di mano che permette a Francesco Favasuli di portare la Cavese in vantaggio. Il giocatore, dal dischetto, spiazza Alex Valentini ed esulta. Ma la gioia dura poco perchè, appena ripartiti, è la Viterbese a portarsi in area e guadagnarsi il penalty grazie a Simone Palermo. Mario Pacilli non sbaglia e agguanta il pareggio. Si torna negli spogliatoi e si rientra senza Nghissah Bismark e Jari Vandeputte che vengono sostituiti da Salvatore Molinaro e Radoslav Tsonev.

Cambia il modulo e cambia anche la partita. I leoni non riescono a frenare le avanzate avversarie e, con Daniele Mignanelli arretrato, prendono un goal evitabile firmato da Marco Rosafio. Il gialloblu, in vantaggio, si fa superare dall'avversario che insacca da pochi passi. E dopo poco più di una decina di minuti, su azione personale, anche Giuseppe Fella ci mette la firma come fece nella trasferta di Cava de' Tirreni. I minuti per il recupero ci sono, ma la distanza questa volta è di due goal e i nervi iniziano ad essere troppo tesi per ragionare. Neanche i cinque minuti di recuperano aiutano i padroni di casa con la testa altrove.





Facebook Twitter Rss