ANNO 8 n° 202
Gioco d'azzardo, la spesa comune per comune
Slot, gratta&vinci, scommesse, superenalotto da oltre 154milioni di €
19/06/2018 - 07:16

VITERBO – Oltre 154 milioni di euro. È questa la cifra che i giochi d’azzardo hanno raccolto nella provincia di Viterbo nei soli primi sei mesi del 2017. A rivelarlo uno studio de Il Sole 24 ore che ha analizzato, Comune per Comune, i dati forniti dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli con l’intento di rispondere ad una chiara domanda: quanto spendono gli italiani nel gioco d’azzardo? Da gennaio a giugno 2017, il Bel Paese ha puntato oltre 37 miliardi di euro.

In particolare nella Tuscia i dati non sono affatto confortanti e sottolineano il persistere su gran parte della Provincia del fenomeno riconosciuto come ludopatia, la malattia del gioco.

Slot machine, gratta e vinci, superenalotto e scommesse, il Comune della Tuscia che spende di più è proprio Bassano in Teverina dove nei primi sei mesi dello scorso anno gli abitanti hanno speso in media 914,47 euro nei giochi d’azzardo per una spesa totale di 1.185.152,71 euro.

Non se la cavano meglio i residenti del capoluogo. Secondo Il Sole 24 Ore ognuno di loro ha speso in media 810,76 euro in sei mesi facendo raccogliere ai giochi d’azzardo ben 54.716.447,61 euro.

Tra i Comuni che spendono di più in slot machine, gratta e vinci, superenalotto e scommesse, anche Civita Castellana (con una spesa media per residente di 631,65 euro e un incasso totale di 10.370.468,52 euro) e Montalto di Castro (con 613,76 euro di puntata medie per residente e 5.514.598,37 euro raccolti dai giochi d’azzardo).

Di seguito i dati Comune per Comune relativi al primo semestre del 2017:

CLICCA QUI 






Facebook Twitter Rss