ANNO 8 n° 200
Giannichedda, esordio in bianco
La Viterbese a Pistoia colleziona
un pareggio a reti inviolate (0-0)
29/03/2018 - 20:53

PISTOIESE (4-3-1-2): Biagini; Regoli, Zullo, Priola, Mulas (27' st Terigi); Luperini, Hamlili, Nardini (27' st Papini); Surraco (27' st Picchi); Ferrari, Vrioni. A disp. Zaccagno, Tartaglione, Zappa, Sanna, Dosio, Rafati, Nossa, Sadotti, Cerretelli. All.: Indiani

VITERBESE (4-3-3): Iannarilli; Celiento, Rinaldi, Sini, De Vito; Di Paolantonio (19' st Mendez), Benedetti, Baldassin; Calderini, Ngissah (19' st Cenciarelli), Vandeputte. A disp: Micheli, Peverelli, Mbaye, Bizzotto, Zenuni, Sanè, Pandolfi, Atanasov, Mosti. All.: Giannichedda

ARBITRO: Lorenzin di Castelfranco Veneto

NOTE: Spettatori 1800 circa. Ammoniti: Baldassin, Benedetti (V). Angoli: 6-5. Recupero: 0′ e 3'.

PISTOIA – Comincia con uno 0-0 esterno il cammino di Giuliano Giannichedda sulla panchina della Viterbese. Un pareggio che non esalta visto il gioco espresso ma che ha mostrato una capacità difensiva ottimale, con un super Iannarilli ed una tenuta della retroguardia che ha chiuso tutti i varchi. Certamente non era facile tenere le iniziative degli orange ma i gialloblù ci sono riusciti, perlomeno non si è subito nemmeno un gol e questo è già tanto. Dalla cintola in su, però, le cose non possono che migliorare. La squadra, in fase offensiva, può e deve fare di più. Quindi questa dicotomia finisce per gravare sulle spalle degli attaccanti che non riescono ad avere palle giocabili per impensierire il portiere avversario. Ci hanno provato sia Calderini, in un paio di occasioni, che Vandeputte, l'impressione, però, è che manchi uno stoccatore vero e proprio che possa fare la differenza. Si attendono lumi, a questo proposito, dagli infortuni di Jefferson e De Sousa.

Avvio equilibrato. Orange subito all'assalto, di Vandeputte, però, il primo tiro (alto) al 4'. Buoni ritmi, toscani con il trequartista, solito 4-3-3 per un Giannichedda che non ha voluto cambiare modulo visto il poco tempo disponibile dal momento del suo arrivo. Per 20' non succede nulla, poi un cross di Di Paolantonio viene stoppato male con il petto da Mulas che favorisce Calderini. Il difensore pistoiese in chiusura sull'ex Aprilia chiude il tiro e salva la sua squadra. Cresce la Viterbese anche se di occasioni non ne arrivano. Ancora Vandeputte (29') manda sul fondo con il mancino. Iannarilli si sporca i guanti solo al 31' quando Hamlili ci prova di destro ma il portierone ciociaro vola da par suo. Due minuti ancora e Vrioni vola verso la porta mettendo in rete. L'arbitro si consulta con il guardalinee e decide che è fuorigioco. Tutto da rifare. Al 44' tiro di Calderini troppo centrale, Biagini non ha problemi. Si chiude senza recupero un primo tempo tutto sommato noioso ed equilibrato.

Nella ripresa Calderini fa una giocata delle sue sfiorando il palo degli orange. Al 7', però, IAnnarilli vola a deviare in angolo un tiro di Ferrari. Cresce con il tempo la Pistoiese, al 10' Vrioni manda alto da buona posizione. Pistoiese in pressing, Ferrari calcio a lato (13') poi Iannarilli fa il fenomeno quando Surraco imbecca Nardini, il quale crossa per Vrioni, Sini si oppone, sulla respinta Luperini ci prova di testa, super Iannarilli è prodigioso. Entrano Mendez e Cenciarelli, ma è sempre Iannarilli a negare il gol a Ferrari, su assist di Nardini. Ancora Pistoiese vicina al gol al 29' quando Vrioni prova il tiro a giro, palla in angolo. Sul corner Luperini tocca, Iannarilli blocca a terra. Per la Viterbese c'è Baldassin in area di rigore (36') con Celiento da solo ma il centrocampista perde l'attimo e l'azione sfuma. La Pistoiese accelera nel finale. Vrioni ha un guizzo, la palla va fuori. Orange in pressing disperato per cercare il gol della vittoria, la Viterbese si difende e contrattacca per quel che può. Pistoiese che si sbilancia alla ricerca della rete, gli ospiti tengono, però, bene il campo e chiudono con il risultato ad occhiali.





Facebook Twitter Rss