ANNO 9 n° 345
Gialloblu al lavoro per l'Alessandria
La Viterbese prapara la sfida di giovedì con la corazzata piemontese capolista
11/04/2017 - 02:01

di Stefano Renzo

VITERBO – Lavorano a testa bassa e già molto concentrati i gialloblu che attendono, giovedì alle 14,30, come da calendario, la visita della capolista Alessandria per una partita cui guarda con interesse forse inatteso mezza Lega Pro.

Lillo Puccica porta avanti il programma di lavoro di questa settimana convinto che la sua squadra saprà trovare le energie necessarie per non sfigurare al cospetto di un avversario che può essere ritenuto di categoria superiore, che arriva nella Tuscia con l’imperativo di vincere ad ogni costo, una esigenza che è diventata irrinunciabile dopo il mezzo passo falso interno con il Prato di sabato scorso.

Ieri, nella riservatezza della Scuola Sottufficiali, la Viterbese ha iniziato a provare uomini e schemi in vista della gara di giovedì, l’ultima di questa affollata prima metà di aprile che vede il campionato di Lega Pro giocare quattro partite nel giro di tredici giorni. Difficile capire cosa abbia in mente il tecnico della Viterbese relativamente all’undici che intende inizialmente opporre ai grigi piemontesi. Anche se le possibilità di scelta rimangono limitate al punto da poter escludere in partenza qualsiasi tipo di rivoluzione che peraltro avrebbe poco senso per una Viterbese in serie positiva da quattro turni nei quali ha messo nel carniere 10 punti, grazie a tre vittorie ed un pareggio.

Qualcosa di nuovo, però, Puccica potrebbe escogitarlo per fronteggiare uno squadrone che incute timore con il suo reparto avanzato (Bocalon e Gonzalez, 37 gol in due finora, due in meno dei 39 messi a segno dalla Viterbese), e che certo non può essere considerato scarso a centrocampo né in difesa. Le novità della Viterbese possono essere rappresentate dalla possibile ritrovata disponibilità di Cenciarelli e di Jefferson, due punti di riferimento rispettivamente a centrocampo ed in attacco che però hanno scarsissime possibilità di far parte dell’undici iniziale, probabilmente saranno gettati nella mischia a partita in corso, per questa volta rappresentando quindi cambi di lusso.

Tra i primi undici potrebbe invece esserci il rientro in difesa di Dierna che ha fatto panchina nelle ultime due partite dopo essere rimasto fuori per squalifica nel turno precedente. Il recupero dell’esperto difensore potrebbe consentire al tecnico di disporre di un uomo dalle caratteristiche particolari da avanzare a centrocampo, reparto che al momento risulta quello più sguarnito a causa degli infortuni (Cuffa, Cruciani, lo stesso Cenciarelli di cui sopra).

A Puccica rimangono due allenamenti per sciogliere gli eventuali suoi nodi sulla formazione. Quello di oggi, ancora sugli impianti della Scuola Sottufficiali, e la rifinitura di domani che la Viterbese sosterrà sul rettangolo di Grotte di Castro.





Facebook Twitter Rss