ANNO 7 n° 294
Furia Camilli dalla tribuna del Rocchi: ''C'è troppa confusione!''
L'allenatore, ora in bilico, frena: ''Non capisco tutta questa preoccupazione''
08/10/2017 - 18:15

VITERBO - Un post partita infuocato al Rocchi, dove, il presidente Camilli ha radiofonicamente espresso la sua amarezza per una nuova sconfitta casalinga. ''C'è troppa confusione'' avrebbe esclamato, poi, al triplice fischio finale che ha sancito l'uno a zero per il Monza del bomber Sasha Cori. Eppure mister Valerio Bertotto, che a questo punto sembrerebbe in bilico, non sembrava particolarmente spaventato nel post partita.

''Non capisco questa ansia e preoccupazione latente e sempre presente che ci accompagna ogni istante rischiando di influenzarci: siamo solo all'inizio di un percorso lungo'' ha esordito il tecnico che ha abbandonato la sala stampa scuro in volto.

Ma oltre i pensieri sul futuro e l'amarezza c'è stato spazio anche per un'analisi del match con i lombardi:

''Queste sono partite difficili da sbloccare perchè c'è un avversario attento e bisogna essere più capaci nelle scelte. Abbiamo perso a causa di un episodio, ma se l'avessimo chiusa nel primo tempo sarebbe stata nostra. Chiaro che però devi essere più bravo e veloce dell'avversario: noi non lo abbiamo fatto ed è una pecca. Abbiamo provato e riprovato ma non ci siamo riusciti. Bisogna evitare le piccole cose che fanno la differenza per portare a casa punti. Sul goal c'è stata una distrazione. Questa è una squadra equilibrata: bisogna maturare la consapevolezza che le partite difficili, se non riesci a vincerle almeno non devi perderle''.

Il calo, rispetto alle prime partite, è evidente ma l'ex difensore dell'Udinese lo smentisce: ''Non abbiamo mai perso l'entusiasmo, nè la brillantezza. Quando il campo si ridue e gli spazi sono più stretti dobbiamo fare scelte diverse: dobbiamo avere la maturità di squadra. Questa sconfitte avrebbe ripercussioni morali solo se fossimo stati ultimi in classifica, ma i ragazzi stanno facendo bene dimostrando di poter essere qui''.

Un momento di leggerezza che è costato caro alla squadra, che si è fatta sfuggire una ghiotta occasione di classifica e che potrebbe costare ancor più cara a Valerio Bertotto che non ha rilasciato alcuna dichiarazione sulla sua posizione.






Facebook Twitter Rss