ANNO 7 n° 117
Frodi creditizie, raddoppiati i casi
47 i furti di identità per ottenere finanziamenti nei primi sei mesi del 2016
19/12/2016 - 15:17

VITERBO - Frodi creditizie: raddoppiati i casi di furto d’identità a Viterbo. L’utilizzo illecito dei dati personali e finanziari altrui per ottenere finanziamenti o acquistare beni di consumo ha mietuto vittime in 47 casi, solo nel primo semestre del 2016 con un aumento del 44% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I dati dell’Osservatorio CRIF confermano, in particolare, un numero di frodi di poco inferiore ai 739 casi nel Lazio. Il maggior numero di frodi è stato registrato in provincia di Roma con 422 casi (2° posto assoluto a livello nazionale, dopo Napoli), nonostante un calo del -23,4% rispetto al pari periodo 2015. È stata invece la provincia di Frosinone ad aver fatto segnare la crescita più consistente rispetto al I semestre 2015, con un significativo +73,4%, seguita dalla provincia di Viterbo con un +44,1%. L’ammontare della frode-tipo si aggira tra i 1500 e i 3000 euro. Di solito la frode creditizia riguarda l’acquisto di elettrodomestici e auto.







Facebook Twitter Rss