ANNO 7 n° 177
''Francesco meditava da mesi di uccidere la sua ex fidanzata''
Gli inquirenti ne sono convinti
20/03/2017 - 02:15

ORTE - Francesco Marigliani meditava di uccidere la sua ex Silvia Tabacchi almeno da qualche mese. Ne sono convinti gli inquirenti. Da quando la studentessa lo aveva lasciato a settembre, il giovane di Amelia si sarebbe messo subito a progettare come poterla uccidere. Il giovane avrebbe quindi continuato ad essere presente nella vita della sua ex fidanzata, andandola a trovare quando usciva dal master che seguiva a Roma, portandole regali e pregandola di tornare insieme a lui.

Invece si sarebbe trattata di una finta del giovane ferroviere che nel frattempo avrebbe avviato le pratiche per il porto d'armi. I carabinieri che stanno investigando e che hanno sequestrato pc e telefonini dei due ragazzi, ne avrebbero praticamente la certezza. Francesco Marigliani solo mercoledì scorso aveva ottenuto il porto d'armi e il giorno dopo era subito corso a comprare la pistola calibro 9. Venerdì l'ultimo fatale incontro con Silvia per ''dirle e darle le ultime cose''. Invece la tragedia.

Silvia Trabacchi aveva accordato quell'appuntamento senza particolari preoccupazioni, anche se ne aveva messo a parte le persone più care.''Silvia non aveva mai parlato di lui come di una persona pericolosa. Si sentivano spesso, si mandavano sms. Nulla faceva pensare a una conclusione del genere'', hanno raccontato i parenti della giovane al Corriere della Sera. Anche il nuovo fidanzato della ragazza è sulla stessa lunghezza d'onda. ''Non aveva paura, non temeva per la sua vita'' ha dichiarato anche lui al Corsera. Certo è che negli ultimi tempi la presenza di Francesco Marigliani sembrava essere un po' assillante e il ragazzo sembra fosse sempre più pressante. Fino all'epilogo che però nessuno si sarebbe mai aspettato.

Facebook Twitter Rss