ANNO 8 n° 297
''Formazione, basta con le aspettative è il momento di collaborare e aprirsi al mondo''
24/05/2018 - 10:29

VITERBO - ''Dal paesaggio, all'ambiente, alla conservazioni dei beni artistici, all'innovazione. A Viterbo nascono da anni le migliori esperienze formative di settori nevralgici dello sviluppo del territorio e del Paese, oggi non possiamo più permetterci di coltivare aspettative ma dobbiamo collaborare con l'Università e costruire vere opportunità di crescita e occupazione per i giovani laureati''. Luisa Ciambella continua con determinazione la Campagna elettorale per le elezioni del prossimo 10 giugno, proponendo progetti concreti nati dal reale confronto con i bisogne delle famiglie, dei giovani e dei cittadini viterbesi.

Il tema della Formazione e dell'Università è estremamente sentito dal candidato a sindaco Luisa Ciambella, soprattutto per la necessità di riuscire realmente a cogliere le opportunità che si possono prospettare ai giovani una volta terminato il loro percorso di studi.

Per questo nel programma elettorale delle liste Orizzonte Comune, La Voce dei Giovani Viterbesi e Partito Democratico, Luisa Ciambella sottolinea che: ''Occorre stringere un patto tra l'Università, che già rappresenta in Italia un centro di eccellenza per l'agro-alimentare, l'ambiente e la bioeconomia, le biotecnologie, i beni culturali e le scienze umanistiche e la città di Viterbo per creare un polo fortemente integrato ed interdisciplinare, per sostenere la ricerca e l'innovazione, in grado di competere a livello nazionale ed internazionale e consolidare il trasferimento tecnologico verso le imprese e il territorio in campo ambientale, alimentare e culturale. Per questo, appare strategico rafforzare le infrastrutture didattiche e scientifiche con internazionalizzazione, laboratori di progettazione e di imprenditorialità innovativa''.

'E' prioritario - conclude Luisa Ciambella - connettere e far dialogare il mondo delle imprese a quello dell'Università, dei laboratori, dei centri di ricerca. Solo con questa sinergia si può governare l'introduzione delle innovazioni tecnologiche, la crescita delle imprese, il futuro del mercato del lavoro, la stabilità dei nuovi lavori. Lo scopo sarà quello di migliorare la qualificazione e la dotazione di capitale umano, collegando la filiera dell'istruzione e della formazione di nuove competenze con la Città e il più ampio contesto regionale, nazionale-europeo e mondiale della produzione'.






Facebook Twitter Rss