ANNO 8 n° 144
''Fioroni mi ha detto: sei il miglior sindaco possibile''
Vittorio Sgarbi presenta lista e candidati e apre al progetto Unesco
15/05/2018 - 18:16

SUTRI - (rvtn) ''Fioroni mi ha detto: sei il miglior sindaco possibile, nessuno si metta contro di te''. Mezzogiorno di fuoco a Sutri con Vittorio Sgarbi. Il critico d'arte ha presentato ufficialmente alla stampa la sua lista ''Rinascimento'' e i suoi 12 candidati consiglieri con cui correrà alle elezioni amministrative del 10 giugno (clicca QUI per vedere tutte le foto).

''Qui abbiamo Fdi, Lega, Pd, Rifondazione Comunista: è la prima volta che c'è una candidatura globale di tutte le forze politiche. Mancano solo, per loro cattiva volontà, i 5 Stelle'' dice il professore durante il suo show alla Cantina del Drago, davanti ai numerosi giornalisti e curiosi venuti ad ascoltarlo. Bellezza, pulizia e mito le tre parole d'ordine del suo programma elettorale. ''Non ho mai fatto programmi elettorali in vita mia perché mi sono sempre sembrati retorici e noiosi, ma sfido gli altri a farne uno meglio di questo. Avremo un'amministrazione 'di salute pubblica', – spiega – il mio compito è tenere unite tutte le forze politiche perché continuino ad amare questa città''.

Tra il pubblico è presente anche Umberto Fusco: in lista c'è infatti la leghista Di Serio. ''Si è formato un laboratorio politico di persone che si sono messe a disposizione, speriamo di riportare Sutri in alto'' è l'augurio del senatore.

A prendere la parola anche Felice Casini (Udc), uno dei registi della candidatura di Sgarbi nata durante un aglio e olio a cena con il critico d'arte e Paolo Marioni, ''in cui si è materializzata – racconta – un'occasione più unica che rara per il nostro territorio e ho deciso di mettere da parte l'ambizione di essere primo cittadino affinché Vittorio possa diventare il sindaco di tutti noi. In questo momento in cui le amministrazioni pubbliche sono in difficoltà e la Regione Lazio non dà risposte in tempi brevi, abbiamo il dovere come amministratori di dare forza al nostro territorio. E questa forza la può dare solo Vittorio Sgarbi''. Riguardo i dodici nomi in lista Casini è sicuro: ''Sono i migliori consiglieri che questo Comune può avere''.

Parole di commiato da parte del sindaco uscente Guido Cianti: ''Ho guidato con tantissimo orgoglio questo paese. Mi ritiro a fare il vecchietto e il nonnino – scherza – con la possibilità di consegnare la fascia a una persona che può fare la differenza. Oggi ci siamo rimessi insieme per Sutri perché non dobbiamo sfidarci tra di noi – prosegue – ma sfidare il tempo, l'economia e le possibilità di vederci bloccati i progetti. La chiave è Vittorio Sgarbi: serve lo shock e il salto di qualità''.

''Qui ho trovato solo amicizia e disponibilità – confessa Vittorio Sgarbi –, ho scoperto perfino che Petroni è buono! Io non prenderò lo stipendio, cosa che non può dire il candidato dell'altra lista. Non è importante per un sindaco essere presente tutti i giorni per non fare niente ma essere utile dovunque lui sia affinché tutto il mondo sappia cosa c'è a Sutri. Io non devo essere custode ma animatore di un grande movimento di attenzione nei confronti della città''.

''Io sono da sempre antagonista del ministro Franceschini riguardo le città che possono diventare capitali della cultura. Sutri avrebbe tutti i requisiti per essere eletta''. Stesso discorso per la candidatura Unesco ''che sarebbe utile non tanto per i finanziamenti ma per il ritorno di immagine. Credo – conclude – che per Sutri e la Tuscia sia un progetto possibile''.

Facebook Twitter Rss