ANNO 9 n° 178
Finanza competitiva ed economia circolare, un workshop per parlarne
Al polo universitario di Civitavecchia
25/05/2019 - 09:00

VITERBO - Al Polo Universitario di Civitavecchia, coordinato dal professor Enrico Maria Mosconi, imprenditori e professionisti, che hanno saputo cogliere le opportunità industriali dell’economia circolare, hanno tenuto insieme a Mattia Pellegrini, capo dipartimento Finance and Administration at the European Agency for Small and Medium-sized Enterprises, una lezione agli studenti dell’Università della Tuscia sulla progettazione circolare e success stories nel settore dell’economia circolare.

Ha introdotto i lavori il professor Mosconi che ha spiegato come oggi la finanza competitiva non sia più solo uno strumento di finanziamento degli “applicants” per i propri progetti, ma abbia evoluto in significato diventando un elemento identificativo di quelle idee eccellenti le quali tramite il riconoscimento oggettivo della loro finanziabilità si distinguono da tutte le atre. Gli studenti di economia circolare hanno prima presentato i loro progetti tematici e poi hanno ascoltato l’analisi critica delle argomentazioni presentate. Pellegrini si è soffermato sul significato di maturità tecnologica e sulle possibilità di definire metodi ed indicatori per il livello tecnologici ponendo l’attenzione sull’efficacia dell’utilizzo del Technology Readiness Level, quale strumento metodologico per la definizione di livello tecnologico.

Nella giornata del 24 il workshop è continuato con una lezione in forma di dibattito aperto tra gli studenti del corso di laurea magistrale, imprese e professionisti eccellenti nell’economia circolare. Sono intervenuti vari esponenti di aziende italiane ed internazionali che rappresentano delle eccellenze nei loro ambiti: Andrea Buzzi di Buzzi&Buzzi, Cesare Rapparini Responsabile Commerciale della ICA SpA , Rocco Lagioia Cheif Operating Officer di ITRB Consulting, Emanuele Occhipinti Vice Presidente di Greenrail Group e Iskren Kirilov Todorov Policy Officer alla Commissione Europea. Hanno alternato le presentazioni sulle loro idee eccellenti nell’economia circolare con domande, approfondimenti e discussioni a tutto campo sul tema da parte degli studenti. Alla lezione è intervenuto il Rettore dell’Unitus Alessandro Ruggieri che , anche nelle conclusioni, ha ribadito l’importanza di incontri ad alta intensità di interazione imprese-autorità-studenti quale occasione per approfondire le tematiche e le opportunità nel mondo del lavoro tramite il confronto diretto con alte figure dell’imprenditoria. Attraverso i workshop viene arricchita la formazione universitaria così da migliorare la risposta che un Ateneo deve dare alle richieste di professionalità in ambito imprenditoriale.







Facebook Twitter Rss