ANNO 9 n° 345
Fieno ancora a Imperia, gli avvocati: ''Aspettiamo risposte dalla Procura''
Ancora nessun capo di imputazione
21/12/2017 - 06:34

VITERBO – Ermanno Fieno ancora a Imperia. Per il 44enne recluso da venerdì scorso nel carcere ligure si allungano i tempi tecnici per il trasferimento a Mammagialla. Martedì mattina, l’incontro tra i suoi legali e la pm Chiara Capezzuto per avanzare le richieste di traduzione nel penitenziario viterbese.

‘’Pensavamo fosse questione di ore, ma ci vorrà ancora del tempo. Sicuramente non arriverà prima di Natale, forse addirittura per anno nuovo. Se così fosse si renderà necessaria una nuova trasferta a Imperia’’ spiegano gli avvocati.

Intanto, data l’incompetenza territoriale del gip ligure, si attende la rinnovazione della misura cautelare a carico di Fieno a firma del collega di Viterbo: ‘’Ad oggi è prematuro parlare e ipotizzare qualsiasi linea difensiva. Non abbiamo nemmeno un capo di imputazione formalmente formulato dalla Procura: si parla di duplice omicidio. Ma è ancora tutto da vedere e decidere’’.

Ermanno Fieno fermato a Ventimiglia lo scorso venerdì dalla Polizia di Frontiera, è accusato di aver ucciso e poi avvolto nel cellophane i due genitori, Gianfranco Fieno e Rosa Franceschini. Il macabro ritrovamento mercoledì 13 dicembre, dopo l’allarme lanciato dai fratelli di Ermanno che per giorni non sarebbero riusciti a mettersi in contatto con il resto della famiglia.

Da qui la fuga del 44enne. In treno. Fino al confine francese, che sperava di valicare con poco meno di mille euro in tasca.






Facebook Twitter Rss