ANNO 9 n° 85
Fdi, il bilancio dei consiglieri uscenti
Giampieri e Matteucci: ''Nel nostro piccolo abbiamo cercato di distinguerci''
12/03/2019 - 09:35

CIVITA CASTELLANA - Riceviamo e pubblichiamo da Fratelli d'Italia:

Giampieri e Matteucci: “Si sta per concludere il nostro percorso in consiglio comunale, 5 anni di opposizione, sempre presenti. Nel nostro piccolo abbiamo cercato di distinguerci.

Ci siamo fatti promotori di molte battaglie soprattutto al centro storico, come lo sgombero dei locali occupati abusivamente dell’ex scuola Annessa, suscitando così tanto scalpore, da essere ripresi da una testata nazionale come “Il Giornale”.

Ci siamo distinti per essere stati gli unici ad aver alzato la voce sulla nostra azienda ospedaliera, abbandonata dalle promesse rivelatesi illusorie di Zingaretti.

Ci siamo occupati del pessimo servizio mensa scolastica e della scuola Rodari, oggetto della nostra prima interrogazione di cui ancora oggi l’attuale amministrazione tace in un silenzio assordante e ci siamo resi portavoce dei cittadini stanchi della disastrosa situazione cui verteva la piscina comunale, che a ridosso delle elezioni magicamente è in via di ristrutturazione.

Riassumendo dunque, una opposizione costante e concreta. Grazie anche a tutta la comunità di Fratelli d’Italia Civita Castellana che sempre ci ha sostenuto e senza la quale non avremmo avuto i medesimi esiti, con un particolare ringraziamento alla consigliera Simonetta Coletta.

Seguiremo la linea del nostro partito, torneremo di nuovo al servizio dei cittadini, augurandoci questa volta di essere i protagonisti della nuova amministrazione che si andrà ad istituire e non, di dover contrastare ancora una volta quella disastrosa di sinistra che per 10 anni ha portato la nostra cittadina nel baratro.

Sosterremo la candidatura a sindaco di Alberto Cataldi che ci ha sempre guidato e consigliato durante tutto il nostro mandato. La sua esperienza alimenta la nostra fiducia e quindi abbiamo abbastanza elementi, oltre a quello ovvio di appartenenza politica e comunitaria, per poter contribuire al suo pieno appoggio. Per Civita.”






Facebook Twitter Rss