ANNO 9 n° 321
Fabrica di Roma, pugno duro contro chi abusa dei fitofarmaci
Multe fino a 100mila euro e ronde notturne. Un regolamento anche ad Acquapendente
25/06/2019 - 13:00

FABRICA DI ROMA - Fitofarmaci, a Fabrica di Roma chi sgarra pagherà. E anche a caro prezzo.

Con un’ordinanza il sindaco Mario Scarnati ha stabilito multe salatissime contro chi sarà sorpreso dalla polizia locale a irrorare pesticidi senza rispettare i limiti stabili dal Comune. Una vera stangata: le multe potranno arrivare anche a 100mila euro Non è previsto ancora il sequestro del raccolto, come auspicato in questi casi dal presidente del Biodistretto della Via Amerina e delle Forre Famiano Crucianelli, ma la sanzione è veramente significativa.

Più volte si guardava con scetticismo a questi provvedimenti proprio perché l’importo delle multe sembrava non scoraggiare il malcostume. Guai, d’ora in poi, a chi sgarra. Gli agricoltori avranno l’obbligo di ''apporre in modo visibile, prima del trattamento fitosanitario e per 60 giorni consecutivi, un cartello da collocare all’ingresso principale del fondo agricolo e un cartello ogni 50 metri per tutto il perimetro dell’area interessata al trattamento''.

L’avviso deve ovviamente essere ben visibile e l’agricoltore è tenuto, almeno 24 ore prima del trattamento, ad avvertire la popolazione nel raggio di tolleranza del prodotto.

A vigilare sui corretti adempimenti sarà la polizia locale che vigilerà anche di notte.

Oltre a Fabrica di Roma anche il Comune di Acquapendente si doterà a breve di un proprio regolamento per l’uso degli agrofarmaci. Lo ha annunciato sabato scorso nel corso di un convegno sulla monocoltura delle nocciole nella zona dell’Alfina e del lago di Bolsena, l’assessore Sandra Pifferi, spiegando che si tratterà di un provvedimento condiviso con le associazioni di categoria.







Facebook Twitter Rss