ANNO 8 n° 226
Fabio Strinati dedica una poesia alla sua Viterbo
18/05/2018 - 16:01

 

VITERBO ( Vetus Urbs )

 

 Verso la maremmana pianura,

 Viterbo ventilata

 dall’amor sinuoso e i dolci declivi

 dei Cimini monti,

 che riflettono l’anima

 d’un falsopiano

 dentro l’occhio chiaro

 del lago di Vico,

 

cinto dal Fogliano il tuo cuore

di faggio e del cerro, la sua ampia chioma!

 

Penso alla tua antica storia;

Città Vecchia decorata

da remote mura medievali,

che sottraggono gli occhi

alla vista dell’incantevole assorto,

 

o quel sapor poetico del Bullicame

che nell’aria rimane

col suo profumo intenso, sulfureo

in volto una sorgente di decoro!






Facebook Twitter Rss