ANNO 9 n° 204
Fa staccare il gas al palazzo, a processo l'amministratore di condominio
Per l'accusa deve rispondere di appropriazione indebita
23/03/2019 - 07:00

di Barbara Bianchi

VITERBO – Secondo l’accusa della Procura non avrebbe pagato la fornitura del gas per un palazzo, causandone l’interruzione dell’erogazione: amministratore di condominio finisce nei guai per appropriazione indebita.

Ieri mattina, di fronte al giudice Gaetano Mautone si sarebbero dovuti presentare tutti gli inquilini che nel 2014 sporsero denuncia contro la società di amministrazione: non ce n’è stato bisogno. Il giudice ha infatti deciso di acquisire il documento sottoscritto e di ascoltare come testimone solamente la nuova amministratrice, che subentrò alla vecchia gestione.

‘’Posso dire con certezza che di soldi sul conto ce ne fossero – ha spiegato – tutti pagavano con regolarità le spese e le quote condominiali: i bilanci erano sempre approvati. Nessuno ha mai contestato nulla durante le riunioni’’.

In più, documenti contabili alla mano, sul conto risulterebbero essere stati versati 21mila euro, ma di questi usati solamente 15mila. Rimane dunque da capire dove siano andati a finire gli altri.

A fare chiarezza penseranno i testimoni che saranno sentiti tra una manciata di settimane.






Facebook Twitter Rss