ANNO 9 n° 291
''Eventi in centro, c'è stato un periodo di sciatteria''
Eichberg annuncia l'attivazione di un tavolo tra il Comune e la Sovrintendenza che valuterà le richieste. ''Per gli eventi occasionali i tempi saranno rapidi''
14/09/2019 - 06:52

 

VITERBO - Margherita Eichberg annuncia la creazione di un tavolo tra l'amministrazione e la Sovrintendenza che vaglierà tutte le richieste di autorizzazione per l'occupazione del suolo pubblico nel centro storico.

La soprintendente, ieri a Viterbo per partecipare all'incontro organizzato dal M5s sul vincolo di 1600 ettari emanato dal Mibac, ha risposto alle domande dei cronisti in merito alla lettera spedita nei giorni scorsi a Palazzo dei Priori e ad altri comuni della Tuscia.

''Verrà attivato un tavolo di discussione così ognuno farà la sua parte. Questo tipo di procedimento viene fatto ovunque, anche a Roma. Le strade e le piazze sono da sempre vincolate. A Viterbo non so se sia mai stato fatto prima, non mi sono documentata, probabilmente sì. Ma evidentemente fino adesso c'è stato un periodo di sciatteria'', dice Margherita Eichberg.

La disposizione è stata accolta come un fulmine a ciel sereno da Arena & Co anche perché, come ha sottolineato il sindaco, la Sovrintendenza di solito impiega 120 giorni per dare risposte al Comune ma ci sono eventi che necessitano di risposte in tempi più rapidi. La direttrice promette da questo punto di vista celerità, almeno per le manifestazioni ''occasionali''.

''Basterà fare una riunione, per Caffeina siamo venuti non dico il giorno prima ma poco ci manca. Se parliamo invece di gazebi, sarà una cosa semplicissima e veloce'', assicura. Discorso diverso per le installazioni fisse: ''Per i dehors, gli spazi commerciali con i tavolini e le pedane, i tempi saranno un po' più lunghi perché dovremmo valutare l'occupazione e l'impatto dell'opera sul suolo pubblico'', conclude la soprintendente.






Facebook Twitter Rss