ANNO 8 n° 199
Esercito di volontari ripulisce il centro
Un migliaio tra studenti, immigrati e cittadini in campo per le 'pulizie di primavera'
21/03/2018 - 10:20

VITERBO - Un esecito di volontari: studenti, immigrati, cittadini, hanno tirato a lucido il centro storico. Questa mattina un migliaio di persone si è ritrovato in strada per le pulizie di primavera. Ramazze alla mano hanno fatto bello il centro storico. Spostandosi a gruppi, in meno di tre ore hanno ripulito il cuore della città.

Scopo dell'iniziativa è stato quello di lanciare un messaggio chiaro: mantenere pulita la città è un dovere di tutti.

Alla manifestazione, organizzata dal Comitato spontaneo cittadino ''Puliamo Viterbo - 21 marzo 2018'', hanno aderito: tutte le classi delle tre Scuola Superiori Istituto Tecnico Paolo Savi (circa 450 studenti), Liceo Classico M. Buratti (circa 600 studenti) e Liceo delle Scienze Umane Santa Rosa (circa 400 studenti);

privati cittadini e membri di tutte le associazioni di volontariato locali ed in particolare le ACLI e la Consulta Comunale del Volontariato;

circa 50, tra migranti ed operatori, del CAS di Viterbo sito presso l'Hotel Balletti Palace (vicino alla stazione di Porta Fiorentina);

decine di volontari.

'L'invito a prender parte a Pulizie di Primavera – ha commentato Paola Mangano del Comitato spontaneo – è stato esteso anche ai migranti del Cas Viterbo che, fin da subito, hanno aderito con entusiasmo all'iniziativa ecosolidale; i ragazzi, hanno mostrato consapevolezza e sensibilità nel voler aderire concretamente a questa operazione di cittadinanza attiva che costituisce anche un'importante opportunità di integrazione nel tessuto sociale viterbese'.

Sulla stessa lunghezza d'onda Mimmo Zurlo, direttore commerciale della cooprativa sociale Tre Fontane: 'Insieme ai responsabili e agli operatori della struttura abbiamo deciso di sposare l'iniziativa e diventare noi stessi promotori perché, come ci hanno detto gli stessi migranti che ospitiamo all'interno del Cas, una Viterbo più pulita è una Viterbo più vivibile e, lavorando fianco a fianco con la cittadinanza, accrescono le opportunità di conoscenza reciproca e culturale'.

A fornire il materiale per la raccolta differenziata, come sacchi, mascherine o guanti monouso, è stata la Viterbo Ambiente scarl.

Alle 9 di mattina gli organizzatori del Comitato, aiutati da volontari adulti si sono dati appuntamento presso le porte della città (Porta Romana, Porta della Verità, Porta Fiorentina, Porta Faul, Porta del Carmine, Porta San Pietro) per organizzare i gruppi dei cittadini, distribuire il materiale per la pulizia e assegnare a ciascun gruppo le vie da pulire.

È stata una raccolta 'differente' perché, a parte i rifiuti da raccogliere nei tradizionali sacchi per plastica e metalli, vetro, carta e indifferenziato, i volontari hanno fatto ricorso alla tecnologia: grazie all'app 'Litterati' hanno scattato foto e poi geolocalizzato i rifiuti speciali, raccolti successivamente dagli operatori ecologici.

L'applicazione, inoltre, ha permesso a tutti di visualizzare i luoghi prima e dopo l'intervento delle squadre attraverso fotografie postate in tempo reale.

Alle 11.15 tutti i volontari hanno consegnato i sacchi con la differenziata in Piazza Martiri D'Ungheria dove Viterbo Ambiente scarl ha posizionato i mezzi per il ritiro e il trasporto dei rifiuti (CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE FOTO)







Facebook Twitter Rss