ANNO 9 n° 198
ENERGIE RINNOVABILI – FOTOVOLTAICO E SOLARE TERMICO
04/02/2014 - 09:40
di Fabio Olivieri

Negli ultimi anni le energie rinnovabili hanno avuto un grande sviluppo, dovuto in particolar modo ad una convenienza economica legata sia agli incentivi statali previsti sia al continuo aumento del costo delle bollette di energia elettrica e gas.

Ma quali sono queste energie rinnovabili?

Sono energie che vengono generate da fonti che si potrebbero definire “non esauribili” e che non rilasciano sostanze nocive nell’atmosfera (CO2), come ad esempio il sistema eolico che sfrutta la forza del vento, la geotermia che sfrutta il calore proveniente dal sottosuolo terrestre, i moti ondosi che sfruttano le onde del mare, oppure i più conosciuti che sono il fotovoltaico ed il solare termico che sfruttano l’irraggiamento solare anche perché in un Paese come è l’Italia non potrebbe essere altrimenti.

Esistono ad oggi delle agevolazioni per l’installazione dell’ impianto fotovoltaico e solare termico?

Si, anche se minori del passato ma esistono e sono state prorogate per tutto il 2014. Nello specifico:

• per il fotovoltaico è in vigore una detrazione IRPEF del 50% del totale della spesa sostenuta per l’installazione;

• per il solare termico invece esistono 2 tipi di incentivi alternativi l’un l’altro: la detrazione IRPEF del 65% del totale della spesa sostenuta oppure un contributo in conto capitale (Conto Energia Termico ) erogato dal GSE Spa in funzione della superficie del pannello installato, quindi più è grande è la superficie captante maggiore sarà l’incentivo.

Per la maggior parte delle nostre abitazioni (appartamenti o villette monofamiliari <100mq) potremmo affermare che per un impianto fotovoltaico sono consigliati 3kW che consistono in 12 pannelli che occupano una superficie di circa mq 20. Chiaramente al fine di un’ottimale produzione è consigliabile che l’impianto abbia un’esposizione prevalente sud o quantomeno ad ovest od est, decisamente meno interessante un’esposizione a nord.

Invece il solare termico, sempre relativo ad un uso domestico, deve essere dimensionato in funzione del numero di persone che lo utilizzano: x una famiglia media di 3-4 persone può essere sufficiente un pannello da 2/4 mq con un serbatoio per l’accumulo di acqua da 200/300 litri considerando che il fabbisogno giornaliero di una persona è stimato in circa 50/70 litri.

Vantaggi del fotovoltaico e solare termico?

Col fotovoltaico si arriva ad abbattere la bolletta energetica di un 60-70% qualora l’impianto venga utilizzato in maniera efficiente, quindi per la maggior parte di noi sarà indispensabile modificare le proprie abitudini, come ad esempio accendere la lavatrice o la lavastoviglie di giorno piuttosto che di notte, etc

Col solare termico il vantaggio riguarda innanzitutto il minor utilizzo della caldaia, soprattutto nel periodo primavera/estate che in pratica potrebbe essere esonerata dal lavorare, in quanto l’acqua contenuta nel serbatoio verrà scaldata dal sole e si manterrà ad una temperatura adatta per l’utilizzo sanitario per 24/48 ore, traducendosi in un risparmio di consumo di gas. E tutto senza modificare di fatto le nostre abitudini.

I costi?

Innanzitutto è bene sapere che l’IVA incide per il 10%, ma il costo effettivo dell’impianto dipende dalla Società installatrice e dalla qualità dei materiali utilizzati e può attestarsi in una forbice di prezzo che va dai 6.000,00 ai 7.000,00 € +iva per un impianto fotovoltaico da 3 kWp e dai 2.500,00 ai 4.000,00+iva per un sistema solare termico. I prezzi ovviamente possono subire delle variazioni più o meno sensibili a seconda delle difficoltà installative che potranno essere valutate solo dopo adeguato sopralluogo tecnico.





Facebook Twitter Rss