ANNO 10 n° 29
''E' terrorizzante, la Talete vuole chiedere
ai cittadini altri 50 milioni di euro''
Erbetti (M5S): ''Tra le ipotesi aumenti dell'85% e la rideterminazione in su del deposito cauzionale''
12/12/2019 - 17:36

VITERBO - ''Talete vuole far pagare ai cittadini altri 50 milioni di euro: 23 euro da aumenti del deposito cauzionale e 26 milioni con l’incremento della tariffa. Questo è terrorizzante e inaccettabile''.

Lo ha detto oggi pomeriggio in consiglio comunale il capogruppo del Movimento 5 Stelle Massimo Erbetti, citando una lettera inviata dalla società del servizio idrico integrato al presidente dell’Ato e ad alcuni sindaci della Provincia.

''Si parla di due ipotesi di aumento tariffario, il primo prevede un incremento tariffario all’85 per cento della tariffa in una sola annualità, nel 2020, per poi andare a decrescere. Una ipotesi che già Talete definisce con impatto devastante sull’utenza. Poi c’è una opzione alternativa, con impatto sociale sostenibile, per così dire. Una soluzione che permetterebbe di restare all’interno del limite massimo di incremento: il 9 per cento dal 2018 al 2023 per sei annualità. Ora mi domando: questo aumento è annuo o un aumento fisso fino al 2023?''.

Ma non finisce qui: ''Talete - dice sempre Erbetti - ha presentato una istanza ad Arera per la rideterminazione del deposito cauzionale. Non soddisfatta di prendere il deposito cauzionale su base trimestrale, Talete chiede un ricalcolo su base annuale. Una soluzione che comporterebbe un ulteriore aumento di 200 euro in un anno e mezzo sulle bollette''.






Facebook Twitter Rss