ANNO 9 n° 170
E dopo i ballottaggi il rimpasto a Viterbo
Ormai in dirittura d'arrivo l'ingresso in giunta di Salcini (Lega). La vice presidenza del consiglio comunale verso Lotti (Forza Italia)
11/06/2019 - 06:51

di Monica Di Lecce

VITERBO – Il countdown è terminato: la verifica dentro la maggioranza di Palazzo dei Priori è già partita. Del resto lo stesso senatore della Lega, Umberto Fusco, che aveva chiesto al sindaco Arena un azzeramento dell’esecutivo, aveva dato appuntamento al post ballottaggio per risolvere le grane viterbesi. Ieri Arena ha sollevato dall’incarico l’assessore Francesca Bufalini annunciando, dopo la riunione con i parlamentari viterbesi e Santucci (Fondazione),  il nuovo assessore in settimana.

La Lega, sull’onda lunga del successo elettorale e della ''campagna acquisti'' (dopo Ubertini, Micci e Cepparotti ha indossato la casacca verde anche l’ex consigliere di Fratelli d’Italia Galati dopo un passaggio al gruppo misto), rivendica maggiore ''peso specifico''. Il nuovo assessore sarà donna, per una questione di equilibrio di genere, e sarà della Lega.

L’ingresso Ludovica Salcini nelle file dell’esecutivo sembra a questo punto solo una questione di ore. Resta da capire la ripartizione delle deleghe: il sindaco rimescolerà nel complesso le carte o si limiterà a un semplice cambio Bufalini-Salcini? E poi c’è un altro problema da risolvere: il passaggio di Galati da Fratelli d’Italia alla Lega apre la questione della vice presidenza del consiglio comunale, incarico attualmente ricoperto dallo stesso Galati. Per regolamento presidenza e vice presidenza del consiglio comunale non possono essere ricoperti dalla stessa forza politica. Con il passaggio di Galati alla Lega e la presidenza del consiglio comunale saldamente in mano a Stefano Evangelista, i due incarichi hanno lo stesso colore politico. La soluzione sarebbe già a portata di mano: la vice presidenza potrebbe passare da Galati all’azzurra Isabella Lotti. Del resto lo stesso capogruppo di Forza Italia, Giulio Marini, aveva rivendicato più spazio per i tre giovani azzurri (Lotti, Bugiotti e Achilli). ''Ci tengo a dar loro la possibilità di mettere in mostra le loro potenzialità – aveva detto - non è che stanno in consiglio solo per alzare la mano e basta''.

A proposito di Paola Bugiotti, di cui in queste settimane si parlato molto per un possibile cambio di casacca richiamata dalle sirene della Lega, per ora resta nelle file di Forza Italia.






Facebook Twitter Rss