ANNO 10 n° 47
''Dovrei essere contento ma sono un po' deluso''
Mister Calabro commenta il pareggio a reti bianche di Pagani
23/01/2020 - 06:34

VITERBO - Quarto risultato utile consecutivo, seconda gara senza subire reti e segnali tangibili di una crescita singola e del collettivo. Antonio Calabro si porta via dal 'Torre' di Pagani diversi motivi per sorridere, ma al tecnico gialloblu non vanno giù le tante occasioni sciupate dai suoi: 'Dovrei essere contento – spiega nella pancia dell'impianto di Pagani – ma sono un po' deluso perché avremmo potuto vincere. Anzi, l'avremmo anche meritato, perché abbiamo messo in campo tante possibilità per fare gol. Ne abbiamo avuta una eclatante nella prima frazione, tre o quattro nella ripresa con Volpe, Tounkara e Molinaro.

Questa è la dimostrazione che stiamo benissimo a livello fisico, perché teniamo bene per tutta la partita. Avevo chiesto ai miei di verticalizzare il prima possibile, perché quella di Erra non è una squadra che si può mettere in difficoltà tramite il palleggio. Nel finale la Paganese, che è una signora squadra, era calata clamorosamente, mentre noi siamo usciti alla grande. Nel complesso il pareggio può star bene solo a loro'. Sulle scelte iniziali: 'Non era un tridente, come potrebbe sembrare dalla semplice lettura della formazione. Ho messo Molinaro a ricoprire un ruolo che può fare, eravamo con due punte e l'interno più vicino con caratteristiche offensive. Fisicamente stiamo bene, cercherò di mettere le mie idee nel modo di mettere la formazione in campo. Besea difensore? Ha fatto bene, ma sono situazioni di ripiego. Non abbiamo perso nulla a metà campo perché Sibilia ha fatto una grande partita, come tutti.

Se non ci si esprime tutti al meglio, non si portano via punti da campi come questo. A posteriori tutte le partite sembrano semplici, ma non era scontato vincere a Picerno né pareggiare a Pagani. Non abbiamo sofferto il fattore campo nonostante le defezioni. I miei stanno facendo qualcosa di importante in una situazione di estrema emergenza'. Un bollino rosso che Calabro spera di poter togliere in vista del Catania: 'Vediamo cosa uscirà fuori già da domani. Affronteremo una squadra che, pur cambiando strategia rispetto all'inizio, si è rinforzata anche durante questo mercato. Noi siamo giovani e dobbiamo necessariamente offrire prestazioni attente, curando al massimo ogni particolare. Se fossimo riusciti a farlo anche oggi, forse avremmo riportato a Viterbo tre punti e non avremmo l'amaro in bocca. Siamo la squadra più giovane del campionato, dobbiamo stare attenti a non mettere obiettivi che creino troppo entusiasmo. Se continuiamo così ci possiamo togliere soddisfazioni, ma dobbiamo essere consapevoli di dover migliorare'.






Facebook Twitter Rss