ANNO 10 n° 27
Delitto Fedeli: nessuno sconto per Pang
Il gup respinge la richiesta di giudizio abbreviato. Il processo partirà il 13 gennaio
20/12/2019 - 06:50

VITERBO - Nessuno sconto di pena per Michael Pang, il 22enne statunitense, reo confesso del delitto di Norveo Fedeli, il commerciante viterbese ucciso il 3 maggio scorso nel suo negozio di via San Luca all'apice di un litigio.

Ieri mattina il gup ha respinto la richiesta di giudizio abbreviato presentato dai suoi legali, gli avvocati, Lilia Ladi e Remigio Sicilia.

Il delitto avvenne pochi giorni dopo l'entrata in vigore della riforma che esclude l'applicabilità del rito abbreviato (un rito che consente in caso di condanna lo sconto di un terzo della pena) ai delitti punibili con l’ergastolo. Per i legali di Pang però questo limite non c'è. ''L'omicidio - spiega l'avvocato Remigio Sicilia - di per sé non è punito con l'ergastolo. Si arriva all'ergastolo con le aggravanti. Secondo noi, quindi, non c'è motivo per cui non possa essere chiesto il rito alternativo''.

Contro la richiesta ieri mattina si sono espressi tanto il pm quando la parte civile. Nella stessa udienza infatti la famiglia di Norveo Fedeli si è costituita parte civile.

Il giudizio ora procederà in via ordinaria davanti alla Corte d'Assise. L'udienza è fissata per il 13 gennaio. Non è escluso che i legali del ragazzo possa riproporre la richiesta di abbreviato e sollevare eventualmente anche un'eccezione di incostituzionalità della normativa.






Facebook Twitter Rss