ANNO 9 n° 347
''Dalla Regione colpo di grazia al trasporto pubblico locale''
Tagli all'orizzonte, allarme in Comune. Marini (FI) attacca: ''Così si apre la strada ai privati''
15/11/2019 - 06:45

VITERBO - Taglio ai finanziamenti da parte della Regione al trasporto pubblico locale, allarme a Palazzo dei Priori.

La notizia dell'imminente riduzione dei trasferimenti regionali è arrivata ieri in consiglio per bocca di Giulio Marini, molto preoccupato per le possibili conseguenze che si ripercuoteranno sul servizio e per gli ulteriori disagi che dovranno subire gli utenti. ''Non voglio pensar male – ha detto il capogruppo di Forza Italia - ma sui trasporti locali la strategia sembra identica a quella applicata all’acqua: tutti sostengono il servizio pubblico, ma intanto si gettano le basi per l’ingresso dei privati''.

Marini ha anche aggiunto che il ''graduale disimpegno della Regione nei confronti del tpl, è testimoniato anche dalla situazione esasperata che vivono i pendolari della ferrovia Roma Nord''.

''Per i Comuni – ha detto sempre l’esponente azzurro - il ridimensionamento economico da parte della Regione provocherà danni enormi. Palazzo dei Priori già investe centinaia di migliaia di euro, ci creeranno dei problemi sui bilanci futuri senza questi fondi. Ci sono dipendenti che potrebbero rischiare anche il posto di lavoro''.

Il sindaco Arena è intervenuto condividendo la stessa preoccupazione: ''Questa ulteriore diminuzione dei trasferimenti sarebbe il colpo di grazia per il trasporto pubblico locale. Cercheremo di ottenere un rinvio del taglio previsto dalla Regione''. Che però,dal canto suo, con una nota inviata a tutte le amministrazioni, rinnova l’invito a non procedere all’affidamento di servizi tpl che presentino una scadenza successiva al 31 dicembre 2021. ''Ogni diversa valutazione - prosegue la comunicazione - potrà comportare la necessità da parte del Comune che affida il servizio di finanziare con risorse proprie lo squilibrio tra valore del contratto e valore del contributo rideterminato con i servizi minimi''.






Facebook Twitter Rss