ANNO 8 n° 343
Dalla grande intuizione di Socrate Sensi le Terme dei Papi crescono e rilanciano
Giornata di studio sulla ''cura secondo natura''. L'azienda parla del futuro
14/11/2018 - 18:21

VITERBO – L’acqua termale della sorgente Bullicame, già nei tempi più antichi, era spesso associata alla salute e al benessere dell’uomo che ha da sempre ricercato questo elemento individuando nel termalismo una importante attività terapeutica. A questo patrimonio culturale, le Terme dei Papi hanno dedicato una giornata di approfondimento nell’ambito della XVII settimana della cultura d’impresa.

Ad introdurre i lavori, oggi pomeriggio, Alessandra Sensi, che ha ricordato come l’azienda di famiglia sia nata e cresciuta negli anni. ''L’intenzione era quella di investire sul territorio per creare lavoro” ha detto ancora Alessandra Sensi che ha ringraziato il nonno che ha messo in piedi questa realtà che “ha aperto le porte a tre generazioni''.

''Socrate Sensi voleva dare a Viterbo l’eccellenza – ha raccontato emozionato Fausto Sensi ripercorrendo la storia delle Terme dei Papi - ha iniziato con un'attività commerciale nel dopoguerra. Ha dato quindi impulso a questo settore, sprigionando la fantasia. Creò i grandi magazzini Okay, 5000 mq di spazio vendite, e 10.000 mq di parcheggio inaugurato nel 1972. Nel '74 l’inaugurazione del Cash&Carry S2 self service all'ingrosso di oltre 10.000 mq. Grande impresa''.

''Socrate – ha aggiunto Fausto Sensi - voleva ancora di più. Non gli bastava, è si basò sul tormentone che in quegli anni era legato ai vapori termali. Dedicò tutto il lavoro di una vita al sogno della città termale. Con la vendita di tutte le attività commerciali ristrutturò il centro termale. Le terme dei Papi oggi oltre 46.000 clienti l’anno, oltre 350.000 trattamenti termali e benessere l’anno e 200 collaboratori tra dipendenti e liberi professionisti''.

La famiglia Sensi coesa, sull’esempio di Socrate, vuole andare avanti. Nel corso dell’incontro si è parlato di un nuovo progetto. ''Una nuova piscina con altre caratteristiche, una copertura che dà la possibilità di utilizzo anche in circostanze metereologiche negative''.






Facebook Twitter Rss