ANNO 8 n° 266
Da Ferento a Villa Lante, le location
da sogno per dire sì
Via libera alla celebrazione dei matrimoni civili anche fuori dalla casa comunale
13/04/2018 - 14:48

VITERBO - ''Con l’approvazione all’unanimità dell’ordine del giorno, da me presentato in qualità di presidente del consiglio comunale della città di Viterbo, per la celebrazione dei matrimoni di rito civile al di fuori della casa comunale, Viterbo e le sue strutture ricettive, a costo zero, potranno finalmente competere nel mercato milionario del Wedding Tourism .

Un mercato quello del Wedding Tourism che nel 2017 ha generato in Italia 385 milioni e 830 mila euro con ben 7147 matrimoni di cittadini stranieri provenienti da tutto il mondo con proiezioni per il 2018 di un fatturato di oltre 400 milioni di euro come dai dati rivelati dalla società di consulenza turistica e marketing territoriale JFC.

La diversificazione dell’offerta turistica puntando al ricco mercato del Wedding Tourism permetterà di sopperire alla carenza di calo di flussi turistici a Viterbo soprattutto nel periodo estivo, un matrimonio di stranieri genera un fatturato tra i 54 mila euro e i 60 mila euro con una media di trenta ospiti che soggiornano in loco per 3,5 notti, questi sono i dati di Federturismo.

Con l’approvazione dell’ordine del giorno parte l’iter non solo per dare un servizio ai cittadini residenti e non residenti che richiedono di poter celebrare i matrimoni di rito civile al di fuori della Casa comunale, ma daremo un servizio alle strutture ricettive turistiche della città rendendole finalmente competitive nel ricco mercato del Wedding tourism e rendendo appetibile la città di Viterbo e il suo territorio nelle proposte dei wedding planner internazionali che potranno offrire l’opportunità ai loro clienti di celebrare il matrimonio di rito civile in una delle strutture ricettive viterbesi o in un sito di pregio culturale, storico o ambientale del nostro territorio.

La città di Viterbo ha tutte le carte in regola per diventare location da favola e presentarsi nel mercato internazionale del Wedding Tourism oltre che con le sue strutture ricettive con siti unici per celebrare matrimoni come ad esempio il bellissimo anfiteatro romano di Ferento, la bellissima Villa Lante di Bagnaia attraverso un accordo con il Ministero dei beni Culturali e l’intero Palazzo dei Priori.

Far diventare Viterbo location da favola per i matrimoni civili a livello internazionale automaticamente la renderà appetibile anche per i matrimoni di rito religioso nelle proposte dei wedding planner internazionali con siti religiosi unici come ad esempio la bellissima Abbazia di San Martino al Cimino.

Siti di una bellezza unica e strutture ricettive di qualità che si trovano a Viterbo e che rispondo ai parametri delle richieste di matrimonio provenienti dal mercato americano, ed europeo e dai nuovi mercati emergenti quello russo, cinese ed indiano.

Per terminare, vorrei ringraziare l’intero consiglio comunale per approvato all’unanimità l’ordine del giorno da me presentato, un indirizzo forte quello del consiglio comunale all’attuale giunta comunale e a quella che seguirà a breve che dovranno portare avanti l’iter con tutti gli atti necessari, una bella pagina per Viterbo che presto darà ricadute positive e concrete al turismo, all’economia dell’intero territorio comunale soprattutto in termini di posti di lavoro''.

Marco Ciorba, presidente del consiglio comunale di Viterbo






Facebook Twitter Rss