ANNO 8 n° 350
Cuneo furioso con Piero Camilli
Società offesa dalle dichiarazioni del presidente, risponde con una nota
19/04/2018 - 06:16

VITERBO - E' stupita e furiosa la dirigenza del Cuneo che ha appreso le parole del presidente della Viterbese Piero Camilli. Una caduta di stile dopo la partita persa dai gialloblu racchiusa in una frase: ''Anche la squadra che disputò la D avrebbe vinto a Cuneo''. I suoi uomini, però, nello stadio Fratelli Paschiero ci hanno perso una gara e l'occasione di riprendere in mano il campionato ormai in evidente stato di crisi.

Marco Rosso, che presiede la società piemontese ha risposto alle dichiarazioni con una nota ufficiale diffusa sul sito ufficiale della squadra: ''L'A.C. Cuneo 1905 apprende con stupore il contenuto dell'intervista rilasciata agli organi di stampa dal presidente della Viterbese Castrense Piero Camilli. Confidando in un'errata interpretazione delle parole, da parte dell'autore della stessa, la società tiene a precisare che non è propria abitudine, nè interesse, giudicare le altrui faccende''.

Parole, quelle del laziale, arrivate a margine di altre dure dichiarazioni, rivolte però, ai propri giocatori accusati di giocare senza impegno nonostante regolare retribuzione da lui assicurata. Non è trapelata alcuna notizia dall'annunciato confronto tra società e squadra alla ripresa degli allenamenti.





Facebook Twitter Rss