ANNO 7 n° 322
Cruciani, il volto nuovo della Viterbese
Rinforzo d'esperienza per la rosa gialloblu, già arrivata al limite dei 16 over
30/07/2016 - 09:13

di Stefano Renzo

VITERBO – Prende forma e sostanza l'organico della Viterbese. Che comincia ad offrire alternative interessanti a Giovanni Cornacchini per l'assemblaggio di quella che sarà la squadra che magari dovrà risultare più che abbozzata per il primo impegno di Coppa Italia (il 13 agosto) e ben definita e collaudata per la data dell'inizio delle fatiche legate al campionato di Lega Pro (il 28 dello stesso mese di agosto).

Un organico che negli ultimi giorni si è arricchito di pedine importanti, ad iniziare da Diop (il quale giusto ieri ha potuto iniziare ad allenarsi dopo aver risolto quei problemi fisici che lo avevano costretto a fermarsi) per finire con l’arrivo, sempre ieri, di Michel Cruciani. Senza trascurare l’avvento di Cenciarelli e di Mallus e Gaeta, i quali ultimi due erano in gruppo sin da martedì.

Cruciani, il volto più nuovo della Viterbese, è un centrocampista di esperienza e di provato valore, capace di trovare le giuste geometrie nella zona nevralgica del campo, che approda alla Viterbese vantando più di 200 presenze in serie C (oltre a 30 in D e a 4 nella serie A bulgara), che nella stagione conclusa a giugno ha giocato prima a Benevento e poi, da gennaio, a Teramo (dove ha fatto coppia con Cenciarelli). Nato a Roma il 4 maggio 1986, in possesso di doppia nazionalità italiana e canadese, Cruciani esordisce in C1 nel Lanciano nella stagione 2006 – 2007; rimane in Abruzzo per quattro anni, due a Lanciano e due nella Valle del Giovenco dove nel 2009 vince da protagonista il campionato di C2. A gennaio del 2010 scende in Sicilia, con la casacca del Gela, ed anche qui vince il campionato di C2. A febbraio del 2011 decide di andare all'estero e sbarca in Bulgaria, nella serie A di quel Paese, con la maglia del Psfc Chernomorets Burgas, per una breve esperienza (4 presenze). Nel 2010-2011 il ritorno in Italia, e questa volta vicino casa: è all'Aprilia dove è titolare inamovibile (36 gettoni), ma a fine stagione sceglie la destinazione Matera (serie D), dove gioca con Stefano Scardala e dove realizza il suo massimo in fatto di gol segnati (7, in 33 partite, play off compresi). Dal Matera alla Casertana (C) il passo è breve ed anche in Campania, Michel Cruciani rimane due stagioni. Quindi, come detto, l’ultimo campionato diviso tra Benevento (15 presenze nel girone di andata) e Teramo (16 gettoni e 4 gol) a partire da gennaio 2016.

Con Cruciani diventa una rosa completa quella della Viterbese? Probabilmente no, sicuramente manca un attaccante di peso, di quelli in grado di fare la differenza nella categoria, e non sembrano da escludere altri movimenti anche in difesa e a centrocampo. Così come appare inevitabile uno sfoltimento della rosa che ad oggi è composta da 28 elementi, 16 dei quali over, un numero, 16, che rappresenta il massimo previsto dalle regole federali. Come dire che prima di tesserare un altro giocatore nato prima del 1994, la Viterbese deve liberargli il posto in organico.






Facebook Twitter Rss