ANNO 9 n° 348
Crisi a Palazzo dei Priori, ''meloniani'' spaccati
Nonostante l'invito del capogruppo Bianchini, gli assessori restano al loro posto
26/02/2019 - 07:19

VITERBO - (a.v.) Crisi a Palazzo dei Priori, e ora che succede? Se lo chiede la cittadinanza, se lo chiedono i cronisti e se lo chiedono gli stessi addetti ai lavori. Dopo la sospensione di Claudia Nunzi ''in attesa di un chiarimento tra Lega a Fratelli D'Italia'', il mistero sul futuro dell'amministrazione Arena si infittisce sempre di più. Se il sindaco da una parte ha rassicurato sulla tenuta della maggioranza, dall'altra il gruppo comunale di FdI ha chiesto a Marco De Carolis e Laura Allegrini di rassegnare le deleghe e l'azzeramento della giunta. Cosa però che non è ancora avvenuta.

Il motivo? I 'meloniani' sarebbero spaccati sulla strategia da seguire per uscire dall'impasse. Ci sarebbero infatti due blocchi contrapposti: gli ''interventisti'' e quelli invece per una linea d'azione più prudente, favorevoli a un riequilibrio ma solo dopo l'approvazione del bilancio, come proposto dal primo cittadino. La temperatura dello scontro sarebbe diventata così incandescente che qualcuno avrebbe minacciato di fare le valigie e salutare il partito, vedi il consigliere Vittorio Galati.

In tutto questo caos l'unica certezza è il posto in giunta rimasto vacante con la fuoriuscita della Nunzi: sarà appannaggio di Fratelli D'Italia, salvo ulteriori sorprese e cambi di casacca, e dovrà essere assegnato a una lei, vista la legge sulle quote rose. A quale però? I consiglieri di Fdi sono tutti uomini. Proprio per questo, Rotelli&co starebbero sgranando in queste ore un rosario di nomi per trovare un'assessora esterna: in lizza ci sarebbero una loro vecchia conoscenza, l'avvocato Gioia Maria Scipio, e Donatella Salvatori, la prima dei non eletti alle amministrative di giugno.





Facebook Twitter Rss