ANNO 9 n° 343
Corso sul Codice Rosso per la polizia locale della Tuscia
Ottima riuscita per l’iniziativa organizzata da Sulpl e Anaspol
16/11/2019 - 19:55

VILLA SAN GIOVANNI IN TUSCIA - ''Con l' entrata in vigore della Legge 19 luglio 2019, n. 69, conosciuta come Codice Rosso, sono state introdotte modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere che, cambiano completamente il ruolo della polizia giudiziaria e, dunque, anche della Polizia Local'', ha dichiarato Ivo Aquilani, Segretario provinciale del Sulpl e Comandante della Polizia Locale di Vetralla.

''Tra le novità in ambito procedurale, è previsto uno sprint per l'avvio del procedimento penale per alcuni reati, quali ad esempio i maltrattamenti in famiglia, lo stalking e la violenza sessuale e di conseguenza i provvedimenti di protezione delle vittime saranno così più celeri. Infatti la polizia giudiziaria, non appena acquisita la notizia di reato, deve riferire immediatamente alla Procura della Repubblica, e questa entro tre giorni dall'iscrizione della notizia di reato, deve assumere informazioni dalla persona offesa o da chi ha denunciato i fatti di reato'', ha spiegato, tra le altre cose, la dott.ssa Maria Molinari, docente del corso e Funzionario della Polizia Locale presso la Sezione di P.G. della Procura della Repubblica di Roma

''In buona sostanza - ha concluso Luciano Agostini, Responsabile della Polizia Locale di Villa San Giovanni in Tuscia e coordinatore provinciale ANASPOL - ci troveremo a dover dare delle risposte, anche come Polizie Locali, per poter offrire una maggiore tutela a donne e bambini e non potevamo certo farci trovare impreparati''.






Facebook Twitter Rss