ANNO 9 n° 177
Cornacchini rassegnato: ''Alessandria superiore a noi di due categorie''
05/12/2016 - 02:00

VITERBO – La sua squadra in 90' ha tirato una sola volta in porta, ma il mister gialloblu al termine della gara persa dalla Viterbese 4-0 in casa della capolista Alessandria non è deluso né amareggiato. Giovanni Cornacchini allarga le braccia a fine partita. ''Per assurdo avremmo dovuto difendere di più l'1-0 e non sbilanciarci alla ricerca del pareggio - afferma l'allenatore della Viterbese -. L'Alessandria ha confermato di essere una squadra di categoria superiore, nemmeno Pisa e Spal che hanno vinto lo scorso anno erano di questo livello. I grigi hanno fisico, qualità, tecnica, tutto. Per me potrebbero tranquillamente giocare non una ma due categorie sopra la nostra''.

La Viterbese si è esposta troppo e ha giocato poco e niente, senza provare mai nè a riagganciare il risultato nè tantomeno a ribaltarlo. Poi alla lunga la superiorità dei padroni di casa è venuta fuori. ''Guai a concedere il minimo spazio - continua -. Lo avete visto, in pochi minuti hanno messo in frigo la partita. Noi, però non possiamo perdere palla e prendere gol in contropiede a 5' dalla fine. Se non altro avremmo chiuso il primo tempo in parità, forse (riflette ndr) non sarebbe cambiato niente. Forse sarebbe stata solo questione di tempo e sarebbero passati ugualmente nella ripresa. Forse''. 

Tutta colpa di Cazzola? ''Non solo lui, non posso gettare la colpa sulla difesa se chi segna ha fisico ed un impatto molto forte - aggiunge Cornacchini -. Poi sono entrati Marconi e Nicco, giocatori di primissima qualità. Ma si sapeva. Noi dovevamo riuscire a fare una partita perfetta e chissà se avremmo avuto chance. Invece è andata così'. Parole rassegnate, dettate forse dalla consapevolezza della superiorità della prima della classe. Ma che comunque non giustificano il poker rimediato da una Viterbese apparsa comunque troppo rinunciataria e mai pericolosa. 

Dal canto proprio, il tecnico dei grigi Braglia fa i complimenti alla Viterbese perché secondo lui fino al primo gol aveva concesso poco alla sua squadra e palleggiato bene. Mister Cornacchini ringrazia. ''Abbiamo avuto una palla importante con Diop, un mezzo rigore - continua l'allenatore gialloblu - ma loro sono di un'altra categoria. Il Siena? Dimentichiamo questa sconfitta, cerchiamo di pensare ad altre cose. Parleremo con la squadra, non c'è nessun problema''. Un'ultima domanda è riservata al futuro, ai piani di mercato della Viterbese. ''Ora noi dobbiamo pensare ad arrivare alla fine del girone d'andata con più punti possibile - conclude Cornacchini -, il resto lo vedremo. L'importante è fare punti poi quel che si vuole fare (di mercato ndr) si fa''. 

Sull'altro fronte Piero Braglia è soddisfatto per l'ennesimo successo dell'Alessandria. ''Per mezz'ora abbiamo sofferto il palleggio della Viterbese a cui devo fare i complimenti - spiega il tecnico dei piemontesi -. C'è voluta una grande invenzione di un paio dei miei giocatori che non c'entrano niente con questa categoria per sbloccare il risultato. Bocalon? E' uno strano. Un ombroso. Se non fa gol mi rompe le scatole in continuazione. Quando non fa gol è un dramma sociale, immagino quella povera donna che ha a casa (la compagna ndr) cosa deve passare con lui...''.





Facebook Twitter Rss