ANNO 9 n° 344
Cornacchini prova
l'assetto anti Cremonese
Prosegue il lavoro della Viterbese al Rocchi
25/08/2016 - 02:01

VITERBO (s.r.) – La Viterbese porta avanti con il necessario impegno e nel rispetto del programma settimanale, la preparazione in vista dell’esordio in campionato di domenica. Quando allo stadio Rocchi (ore 16,30) dovrà misurarsi con la Cremonese, a pieno titolo una delle favorite del girone A per il successo finale.

Oggi, i gialloblu di Giovanni Cornacchini saranno di nuovo all’Enrico Rocchi per la tipica seduta del giovedì. Quella che potrebbe permettere al tecnico di dipanare qualche eventuale dubbio sullo schieramento da proporre al cospetto dei grigiorossi lombardi. ''Questa volta i nodi li scioglieremo all’ultimo momento – avvisa il tecnico della Viterbese – perché la partita che ci aspetta è di quelle da affrontare con gli undici giocatori che hanno dimostrato di stare meglio degli altri nel corso della settimana. Se la Cremonese mi toglie il sonno? No, alla notte dormo tranquillamente, anche se non nascondo che di giorno il mio pensiero da allenatore della Viterbese è rivolto a questa gara. Che comunque resta una partita di calcio, un evento che non va esasperato. In queste ore i drammi stanno altrove, purtroppo, non lo dimentichiamo''.

Oggi partitella in famiglia per la Viterbese che ieri ha sostenuto l’abituale doppia seduta del mercoledì. Nel pomeriggio, sul campo della Scuola Sottufficiali, per una seduta prettamente tecnica che ha permesso all’allenatore gialloblu di provare, lontano da occhi indiscreti, tutto quello che ci può essere da provare a metà settimana: schemi e movimenti sia offensivi che difensivi, calci piazzati e soluzioni varie che possono verificarsi nel corso di una partita. In mattinata, i gialloblu avevano lavorato al Rocchi, alterna dosi tra palestra e terreno di gioco. Consistente seduta atletica, condotta dal preparatore Mario Fei ed a seguire tanto lavoro in campo condotto personalmente da Giovanni Cornacchini con l’assistenza del suo secondo Renzo Tasso e del collaboratore tecnico Claudio Mele, mentre dei tre portieri si prendeva cura Paolo Gobattoni.





Facebook Twitter Rss