ANNO 7 n° 290
Cornacchini concentrato per la trasferta
Il mister ritrova una Viterbese rafforzata ma Jefferson è infortunato
23/02/2017 - 02:01

di Stefano Renzo

VITERBO – E ora le attenzioni sono tutte rivolte alla trasferta di domenica a Pontedera. Dove la Viterbese dovrà fare a meno del suo attaccante brasiliano Jefferson che rimarrà a riposo per l’intera settimana al fine di smaltire l’infortunio, per fortuna non grave, accusato nel corso della partita con la Lupa Roma.

''Si tratta – dice il dottor Sandro Zucchi – di una piccola lesione, di un millimetro, al gemello esterno, un problema che riteniamo possa trovare soluzione con una settimana di riposo e le cure del caso''. Lunedì, in altre parole, il giocatore dovrebbe tornare in gruppo e non sembra da escludere che possa tornare ad essere disponibile già nella gara interna, prima di due consecutive, di sabato 4 marzo contro la Giana Erminio.

Per Giovanni Cornacchini un mezzo sospiro di sollievo, anche se avrebbe naturalmente voluto iniziare a lavorare potendo contare anche sul per lui nuovo attaccante. Il tecnico di Fano fa comunque buon viso a cattivo gioco e a due giorni al suo ritorno a Viterbo può esprimere un primissimo giudizio. Che è dal segno certamente positivo su un gruppo un gruppo molto cambiato rispetto a quello che lasciò nel dicembre scorso, che reputa migliorato anche grazie all’innesto di altri buoni giocatori, alcuni dei quali conosceva, altri che sta apprezzando nei primi due allenamenti che ha guidato.

''Fermo restando – ha detto ieri l’altro al suo arrivo – che adesso abbiamo necessità di vederli all’opera, ritengo che i nuovi arrivati vadano a colmare adeguatamente quelle lacune che erano emerse, specie nel reparto degli esterni dove ci sono quattro elementi in grado di offrire ottime garanzie, permettendoci di poter allargare il ventaglio delle ipotesi tattiche da proporre''.

Si è subito rimboccato le maniche, insomma, il mister gialloblu pronto a darci dentro con la sua solita grinta con l’intento di riprendere nel miglior modo possibile il discorso interrotto dopo la diciassettesima giornata di andata, quella dello 0-1 nella gara interna con il Siena che gli costò la panchina. Adesso più che mai, insomma, non ci sono e non ci possono essere alibi. Per nessuno. Dopo aver cambiato due allenatori, dopo aver fatto interventi sostanziali sul mercato di gennaio, è tempo che ognuno senza ulteriori indugi tiri fuori il massimo per la causa gialloblu. Il campionato offre ancora l’opportunità per poter rinverdire in qualche modo i sogni di inizio stagione ed evitare quindi che qualcuno possa parlare di stagione fallimentare per la Viterbese.

Passando alla attualità più stretta, da registrare che i gialloblu ieri hanno sostenuto un solo allenamento, nel pomeriggio alla Scuola Sottufficiali, cui hanno partecipato tutti i disponibili e nel corso del quale Cornacchini ha iniziato a provare uomini e schemi in vista della partita di Pontedera. L’impressione è che già in questo week end, la Viterbese possa presentarsi con uno schieramento diverso rispetto alle ultime domeniche. Con l’impiego di alcuni uomini recentemente risparmiati ed anche con un diverso assetto tattico che dovrebbe prevedere il tridente offensivo. Di più se ne potrà probabilmente sapere oggi pomeriggio, dopo la partitella in famiglia che la Viterbese giocherà all’Enrico Rocchi.






Facebook Twitter Rss