ANNO 9 n° 347
Contro l'odio e il razzismo, la Provincia approva la mozione a sostegno di Liliana Segre
16/11/2019 - 09:14

VITERBO - Durante il consiglio provinciale del 15 novembre è stato approvato un ordine del giorno presentato dal Presidente della Provincia Pietro Nocchi a sostegno della Rete delle città per la memoria, contro l’odio e il razzismo.

L’iniziativa promossa da ALI-Autonomie Locali Italiane, impegna gli amministratori locali, provinciali e comunali, a sostenere il percorso della Commissione monocamerale in tema di hate speech istituita dal Senato della Repubblica, su proposta dalla Senatrice Liliana Segre, con adeguate iniziative d’informazione e fornire elementi utili al lavoro della stessa Commissione al fine di coltivare la memoria dell’antifascismo e della lotta contro tutti i totalitarismi.

La mozione punta a sottolineare che la lotta contro il razzismo e la xenofobia deve essere il cuore di ogni politica dei diritti umani e che la tolleranza ed il rispetto per la dignità altrui costituiscono le fondamenta di ogni società davvero democratica e pluralista.

Soddisfazione da parte del Presidente Nocchi: “Quello che abbiamo presentato e sostenuto è un atto doveroso che serve a tenere viva la memoria di tutti coloro che hanno combattuto per la nostra libertà e di tutti coloro che per mancanza di essa non ci sono più. Vogliamo sostenere il coraggio della Senatrice Liliana Segre che a 92 anni è ancora in prima linea con tutta la sua forza a raccontare ai giovani l’orrore della Shoah, la follia del razzismo, la barbarie della discriminazione e della predicazione dell’odio. Ma soprattutto ci sta ancora insegnando a non restare indifferenti, perché chi si abbandona all’indifferenza spalanca le porte al disumano. Noi abbiamo scelto di non farlo.”

Con l’approvazione dell’ordine del giorno il consiglio impegna il Presidente a sostenere il percorso della Commissione istituita dal Senato della Repubblica con adeguate iniziative d’informazione sui risultati del suo lavoro e fornendo, quando necessario, sulla base di riscontri rilevati in ambito locale, elementi utili al lavoro della stessa Commissione. A coltivare la memoria dell’antifascismo e della lotta contro tutti i totalitarismi, dei crimini compiuti nelle guerre coloniali, delle leggi razziali, della persecuzione degli ebrei e dalla Shoah, collaborando con le associazioni per la tutela e la valorizzazione della memoria della Resistenza, aiutando la ricerca storica, lo studio della storia contemporanea e l’educazione alla cittadinanza nelle scuole. A creare nuove azioni di sensibilizzazione culturale e civica contro il razzismo e la xenofobia e contro le discriminazioni di religione, in collaborazione con le diverse comunità di fede ed etniche, anche con lo scopo di promuovere e condividere le regole di cittadinanza.

La mozione è stata votata all’unanimità dei presenti: il presidente Pietro Nocchi e i consiglieri provinciali Maurizio Palozzi, Lina Novelli, Carlo Postiglioni, Francesco Serra, Eugenio Stelliferi ed Elena Tolomei.







Facebook Twitter Rss