ANNO 10 n° 17
Continuano le manovre in casa della Viterbese
Dopo il ritorno di Giannone, la priorità
è potenziare il reparto offensivo
10/09/2015 - 00:00

VITERBO - Stadio Enrico Rocchi, 7 giugno scorso. In campo Viterbese e Taranto, impegnate a darsi battaglia per accedere alle semifinali dei play-off di serie D. Sul finire di un primo tempo teso ed equilibrato, con tanto agonismo e poche occasioni da gol, un pallone respinto dalla difesa pugliese danza pericolosamente al limite dell'area. Ci arriva per primo un certo Rocco Giannone, che carica il destro e lascia partire una bordata imparabile all'angolino basso.

Sembra passata una vita, dopo un'estate turbolenta vissuta alla disperata ricerca di un posto in Lega Pro. Eppure quella resta l'ultima rete ufficiale dei gialloblu, sconfitti poi 2-0 in Coppa Italia dall'Ancona e 1-0 in casa dell'Ostiamare nella prima uscita stagionale. Poteva essere il regalo d'addio al pubblico viterbese dal talentuoso centrocampista classe 1983. E invece no.

Invece, come succede spesso d'estate, quella tra Rocco e Viterbo è stata una storia d'amore interrotta solo momentaneamente, una pausa di riflessione (oggi la chiamano così) nel mezzo di un rapporto ancora vivo e appassionato. Si era già accasato al Fondi, ma il richiamo della Città dei Papi è stato troppo forte. E così la famiglia Camilli ha deciso di richiamarlo e lui, da buon innamorato, non ha potuto che dire ancora una volta sì.

Giannone è quindi il primo rinforzo di una Viterbese ancora da completare, come annunciato dalla stessa società, pronta a dar battaglia sul campo per conquistare quel salto tra i professionisti troppo a lungo rinviato. Con il ritorno del capitano, ora le attenzioni si spostano soprattutto sul reparto offensivo, dove è caccia aperta a una punta di profondità, forse due.

Non a caso si è rivisto in allenamento Vittorio Bernardo, attaccante ex Catanzaro che sembrava esser stato bocciato da Sanderra dopo la preparazione estiva. Il mister probabilmente vorrà valutarlo meglio in questi giorni, per capire se può effettivamente tornare utile nel suo scacchiere.

Il nome su cui si concentrano le voci di mercato è invece quello di Luis Alfageme, argentino classe '84 in forza lo scorso anno al Benevento. Ala destra impiegabile all'occorrenza anche come seconda punta, su Alfageme ci sono però anche le attenzioni del Grosseto: si profila dunque un vero e proprio derby tra Camilli e la sua ex squadra, un duello che potrebbe protrarsi anche sul campo per la conquista del primo posto nel girone G.

L'ultima indiscrezione riguarda la possibilità di un secondo ritorno in poche ore, quello dell'esterno Fabio Oggiano. Giunto in pompa magna durante la scorsa campagna acquisti invernale, l'attaccante sardo non riuscì mai a conquistare del tutto il cuore dei tifosi gialloblu, alternando giocate da autentico fuoriclasse a prestazioni anonime. Ancora qualche ora e sapremo se avrà a disposizione una chance di riscatto.





Facebook Twitter Rss